martedì 16 ottobre 2018

Le tegole valdostane


La ricetta di questi biscotti tipici della Valle d’Aosta devono il loro nome alla caratteristica forma che un tempo veniva data a questi dolcetti. Si usava infatti renderli curvi a forma di tegola appunto, operazione che veniva fatta con l’ausilio di un mattarello subito dopo la loro uscita dal forno. Ai giorni nostri “le tegole” hanno il tipico aspetto arrotondato e sottile (come vedete qui in foto) friabile e croccante dal profumo e dal gusto inconfondibile di mandorle e nocciole. Perfetti da servire con il tè o una cioccolata calda fumante. E ora che iniziano le giornate uggiose, sarà un vero piacere inventarsi la scusa di prepararli per regalarsi una coccola speciale!

lunedì 1 ottobre 2018

Serpul: il liquore al timo serpillo


Con l'inizio di ottobre l'estate mi sembra già un lontano ricordo...
Come sempre le cose accadono di botto, senza gradualità, non c'è tempo di abituarsi che si è subito catapultati in una stagione nuova.
Fino a due settimane fa qui a Torino c'erano ancora 28 gradi: si sudava, ora ce ne sono 16... fate voi. 
Passaggi bruschi che hanno bisogno di essere ritualizzati e acquietati da una coccola speciale, da qualche cosa che ci riporti un pò indietro nel tempo e ci faccia gustare ancora il sapore e i profumi dell'estate!

sabato 15 settembre 2018

Pesche ripiene con cioccolato e amaretti e marmellata di pesche amaretti e cioccolato: per una ricetta due in uno!


Questa ricetta è a mio avviso una vera prelibatezza!
Quest'anno le nostre pesche piemontesi di vigna erano davvero dolcissime e ho approfittato di questo colpo di coda di fine estate per farne scorta e preparare, oltre a questo golosissimo tipico dolcino piemontese, anche delle pesche ripiene "spalmabili" da conservare in vasetto, utilizzando la medesima ricetta! 
Insomma, una marmellata di pesche che ci ricordi, anche durante il lungo inverno, questo gusto così speciale!

giovedì 28 giugno 2018

Rosticceria siciliana: la mia torta a scacchiera con ricotta e spinaci


Era davvero da tantissimo tempo che desideravo provare questo impasto della rosticceria siciliana e finalmente ci sono riuscita.
Se pubblico la ricetta dopo oltre 4 mesi di silenzio nel blog è perchè mi ha davvero completamente soddisfatta.
Un impasto delizioso di una bontà e una sofficità davvero uniche! 
Da provare insomma, fidatevi di me.
Per la ricetta sono andata sul sicuro con quella di Cristina che potete trovare qui, ma vi riscrivo per comodità di lettura le dosi che ho utilizzato. 

lunedì 19 febbraio 2018

Una torta con fagioli e cioccolato, senza farina e senza burro!



Quella che vi presento oggi è una ricetta che mi ha davvero sorpreso per la sua facilità di esecuzione e per la sua bontà.

Chi mai avrebbe detto che i legumi si prestano perfettamente ad essere utilizzati come sostituti delle farine anche nei dolci?

Curiosi vero? Non perdo tempo e vi lascio subito la ricetta.

mercoledì 17 gennaio 2018

Torta caprese al cioccolato


E finalmente riesco a trovare un piccolo spazietto da dedicare anche alla mia creaturina: parlo di questo mio blog ovviamente, che zitto zitto ha compiuto il suo ottavo anno!
Siamo già nel 2018, tra poco cambiamo anche decade... mamma mia se vola il tempo, ma non potevo non cominciare l'anno in dolcezza e con un dolce della tradizione campana, per augurare a me e a tutti voi che casualmente o assiduamente mi leggete su queste pagine, un anno sereno e perfetto come questo dolce cioccolatoso, morbido, goloso al punto giusto e che si scioglie letteralmente in bocca. Un dolce che dedico a due nuovi amici, per cui ho pensato e preparato questa torta caprese, che pure essendo originaria delle mie parti, non avevo mai fatto nè assaggiato prima d'ora.   

lunedì 11 dicembre 2017

Struffoli napoletani morbidi

.


Ci sono ricette della tradizione che ti riportano indietro nel tempo.
Un tempo che man mano che gli anni passano si fa un pochettino più lontano e forse proprio per questo, ogni anno riscopro il valore di certe ricette che ho visto fare da mia nonna, da mia mamma dopo di lei e che oggi preparo con lo stesso amore per il mio bambino e per le persone a me care.
Come questi struffoli, immancabilmente presenti sulle tavole partenopee imbandite a festa nel periodo di Natale.

lunedì 6 novembre 2017

Meno sale, più salute!

sale 2 anastasia

Spesso ci preoccupiamo di controllare quanti carboidrati introduciamo con la dieta, prestiamo molta attenzione agli zuccheri, a non esagerare con i dolci e i grassi ed è ovviamente un atteggiamento prudenziale corretto, ma del sale chi si preoccupa?
Ecco, per abitudine non ce ne curiamo minimamente, mentre invece dovremmo proprio imparare a leggere in etichetta la quantità di sale presente soprattutto in tantissimi alimenti confezionati che abitualmente acquistiamo. Perché l’abuso del consumo di sale per la popolazione italiana, ha destato un grave allarme in campo medico, dal momento che porta con sè tutta una serie di problematiche correlate alla salute. Primo fra tutti un aumento della pressione arteriosa che risulta essere direttamente proporzionale all’aumentato consumo di sale giornaliero (più mangio salato e più la pressione diventa alta) con un conseguente aumentato rischio di ictus, infarto e malattie cardiovascolari, di cui già soffriamo per altri errori alimentari correlati ad una cattiva alimentazione (obesità e diabete).
Continua a leggere l'articolo...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF