giovedì 16 maggio 2013

Crackers al limone e rosmarino con gli scarti del lievito madre


Mi spiace per chi non ama troppo questo genere di ricette, ma la mia voglia di panificare e sperimentare non si arresta, non ne vuole proprio sapere di placarsi, anzi, se mai si alimenta di giorno in giorno. 

Nuovi esperimenti di pane sono in corso in Casa Any.
Soprattutto non vedo l'ora che arrivi anche per me il momento di rincontrare Paoletta ed Adriano che sono ripartiti per il loro nuovo giro di corsi e tra pochissimo ritorneranno anche qui! 
Come al solito ho mille nuove domande da sottoporre ai maestri e tanta tantissima voglia di perfezionarmi e imparare cose nuove!
Allora nell'augurare buona panificazione a chi come me è appassionato di lievitazione naturale e sperando di solleticare l'idea in chi è curioso di provarci, vi lascio una ricetta semplice quanto golosa, una bella idea per riciclare gli scarti di lievito madre dopo il rinfresco.
L'unico difetto di questo genere di passione è che tra un esperimento e l'altro, assaggia di qui e prova di là, tra un lievitato e l'altro lievita pure il giro vita... e questo non va tanto bene mannaggia!
E questi crackers, sono spariti in un amen... della serie uno tira l'altro, complici anche certe manine che si allungano veloci e furtive, mentre il marito sconsolato a mezza voce chiede: 
"Amore, ma dov'è già che li hai messi quei crackers? Non mi dire che sono già finiti???"
Ehm, e sì.... Ho capito, anche questi sono da rifare prestissimo... 
Dai, non manca molto al prossimo rinfresco!
Per chi invece cercasse una versione di crackers con il lievito di birra, li avevo fatti e pubblicati tempo fa qui

Ingredienti:
250 gr di farina manitoba (o una farina a vostra scelta)
70-80 gr di scarti di lievito madre (tagliati prima di fare il rinfresco) oppure 8-10 gr di lievito di birra
8 cucchiai di olio io ho usato il mio olio aromatizzato al limone 
1 cucchiaino di sale (ho usato il fleur de sel)
la scorza grattugiata di un limone Bio
1 manciata abbondante di aghi di rosmarino finemente sminuzzati
acqua qb (circa 200 ml)
fior di sale q.b. per cospargere la superficie



Procedimento:
Per prima cosa in un recipiente sufficientemente capiente, fate sciogliere bene il lievito madre in acqua tiepida, circa 200 ml. Una volta che sia cremoso e ben sciolto aggiungete la farina, l’olio e da ultimo il sale. Regolatevi con l'acqua, dovrete ottenere un impasto morbido ed elastico. Aggiungete la scorza grattugiata del limone ed il rosmarino tritato impastando uniformemente. Coprite con un telo di cotone e fate riposare in un luogo tiepido per un paio d'ore circa. Ora riprendete l’impasto, sgonfiatelo delicatamente e sfogliatelo un pochino. Io l'ho fatto un paio di volte. Sapete che non so stendere con la nonna papera, in questo caso è comodissima, per cui se volete usarla verranno belli sottili, io ho steso col mio amato mattarello, su una spianatoia di legno spolverizzata con poca farina per non far attaccare l’impasto. Ho provato a sfogliarli un pò (un paio di volte) ripiegando l'impasto come per fare la sfoglia. Una volta stesi, piuttosto sottili però di circa 1 mm, perchè in forno gonfieranno ancora, con la rotella tagliapasta ho ricavato dei rettangoli (ma potete sbizzarrirvi con le forme ed eventualmente utilizzare dei taglia-biscotti). 
Con i rebbi della forchetta fate dei bei buchini sulla superficie, imitando i crackers comprati, io ho fatto anche i taglietti nel mezzo "modi tratteggio" con la lama di un coltello, e poi spolverizzatene la superficie con del fior di sale. Disponeteli su una leccarda rivestita di carta forno e metteteli in forno preriscaldato a 200° per circa 15-20 minuti (controllateli, perchè tanto dipende dal vostro forno e da quanto sarete riusciti a stenderli sottili; più lo sono più si cuociono prima ovviamente).

Bontà e profumo però sono assicurati, anche la croccantezza era meravigliosa!


Un abbraccio a tutti, alla prossima ricetta


25 commenti:

  1. 'nvidia 'nvidia 'nvida per il corso sorellinaaaaaaaa! Chissà se e quando lo potrò fare anch'io mannaggia!
    Sai che questi crackers arrivano proprio a fagiolo con tutti gli "scarti" che mi ritroverò in questo fine settimana? Aromatizzarli al limone e rosmarino la trovo un'idea semplicemente geniale, mi piacciono troppo insieme :)
    Solo una curiosità: io li faccio più o meno simili sempre con gli "scarti" del LM ma non ho mai fatto lievitare. Ho sempre impastata-steso-infornato. Tutt'al più hanno riposato un po' da stesi in teglia perchè il forno era occupato ma mai lievitazione vera e propria. Pensi ci sia qualche differenza nel risultato finale?
    Un baciottone con lo schiocco tesoro e grazie del pronto soccorso ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fefè pensa che bello sarebbe fare il corso insieme... lo sai che mi sembra che abbiano previsto anche una sosta a Firenze?? Lo so forse non vicinissimo per te, ma fattibile, prova a controllare il loro calendario, mi pare l'abbiano aggiunta da poco quella tappa!!
      Vedi quel limone in foto??? Ecco, è stato colto dalle mie manine direttamente dal giardino delle zie "sudiste", durante la nostra recente gita! Sapessi il profumo Fede, oltre al limoncello e al mio olio a limone ci ho fatto anche questi qui e quell'aroma di limone e il profumo insieme al rosmarino (quello invece ;) del mio balcone) sono stati un connubio perfetto!
      Il pronto soccorso secondo me è stato più un fattore psicologico che altro, che tu sei bravissima, ma (come qualcuno di tua conoscenza!) a volte te lo dimentichi e hai bisogno solo di un pochino di incoraggiamento! Ecco questo ho fatto io! Comunque spero che ora sia tutto ok e gino stamane sia bello ringalluzzito! Per la lievitazione... ma lo sai che hai ragione??? Dovrei omettere la lievitazione, che forse è per questo che a me crescono tanto in forno e li devo stendere super sottilissimi... la prossima volta provo come dici tu, senza farli lievitare e vediamo che succede!!!!
      Un mega super abbraccio anche a te cara Fede e felicissima giornata, un raggio di sole te lo mando virtuale, che qui... sembra novembre :( un bacio

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ciao cara Giulia che piacere sempre ritrovarti! Tu che hai i limoni di Sicilia a disposizione e come me pasticci con il LM devi assolutamente provarci, sono davvero buoni! Un bacio grande a presto!

      Elimina
  3. Sono contenta che ci sia l'opzione per chi non ha il lievito madre, grazie;-) sono bellissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, spesso mi scordo di scrivere le modifiche con il Ldb, ma combinazione stavolta la conversione l'avevo fatta e sono davvero altrettanto buoni! Grazie mille a te! Un abbraccio

      Elimina
  4. Li chiamiamo scarti,ma quali scarti?Mannaggia,mi spiace sempre di buttarli via e allora ci faccio qualcosina e appunto come dici tu,tra un lievito e l'altro non si finisce mai di mangiare!Il mio ha poco più di due mesi ed è così vigoroso,che mi fa consumare quintali di farina...mi appassiona,però mi rendo conto che anche i miei lievitano sempre più,per non parlare di me!Però i tuoi crackers vanno preparati,non me li faccio di sicuro scappare e poi i crackers son leggeri,no ;)?
    Ciao Any cara,è sempre piacevole venire a trovarti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dami non sai come ti capisco, sempre con le mani in pasta, e i kg aumentano, porca paletta!!! Stamane poi mi ci vorrebbe un pizzico del tuo prorompente buonumore, che qui c'è un "grigiume"... grazie di cuore per le tue parole che mi scaldano sempre il cuore!
      Un abbraccio bella bionda e buona panificazionee!! A presto!

      Elimina
  5. ho proprio del lievito,rimasto dalla panificazione di ieri..volevo rinfrescarlo di nuovo,ma provero' i tuoi crackers!!grazie Any,sono fantastici,complimenti :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisabetta, vedrai che buoni! Solo che durano troppo poco!! Grazie mille, un grande abbraccio!

      Elimina
  6. Una ricetta buonissima!! E voglio fare anche l'olio al limone seguendo la tua ricetta, perchè l'avevo fatto tempo fa con una ricetta presa dal web ma non era venuto granché ... Quindi riprovo con tua ricetta che mi sembra ottima :-) come questi deliziosi crakers :-) Bravissima, un bacione

    RispondiElimina
  7. appena riesco ad avere la pasta madre te li copio di sicuro ;)

    RispondiElimina
  8. sono venuto a vederli direttamente, la qualità degli ingredienti è tutto per il gusto e non solo, limoe e rosmarino danno anche un buon aroma nella cottura

    RispondiElimina
  9. Provo a cambiare pc, non riesco a commentare :(
    Che tristezza questo tempo, sono arrivata a casa da poco, non ti dico che alto il Po!!!!
    Tra crackers, pane e dolci, qui si lievita a vista d'occhio, devo rallentare!!!
    Bellissimi e sfiziosi, quel tocco di limone e rosmarino poi, mi piace troppo!!!
    Un bacione tesoro, buon pomeriggio, tvbttt <3

    RispondiElimina
  10. Io son totalmente negata con questo tipo di lievitzioni.. però.. adoro le ricette che si possono tirar fuori usando il LM!!! Questi cracker devono essere proprio buoni.. baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  11. Anyyy ma ci leggiamo nel pensiero? (o forse nel forum? ehehhe) comunque oggi ho impastato anche io con gli scarti del lievito madre (ancora una creatura di un mese) e ho fatto i grissini...ma i tui crackers sono super e mi piace tantissimo l'abbinamento tra limone e rosmarino!!
    Un bacione stellina, ti auguro un sereno fine settimana

    RispondiElimina
  12. fantastici..mi piacciono davvero un sacco .ottimo l' uso del limone.grande idea! bacione:)

    RispondiElimina
  13. Ciao! Entro ora per la prima volta nel tuo blog Anastasia e sono veramente estasiata da tutte queste bontà!!!!! Sei davvero molto brava!!!! Complimenti!!!!! Ti ho messo nei preferiti e verrò a trovarti spessissimo...intanto provo subito i tuoi crackers.... dal momento che devo rinfrescare il mio LM.....Baci!!!! Ale Titti!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale Titti... ma perchè non ti avevo risposto a questo commento così carino??
      Me ne sono accorta ora che ho risposto al commento sotto al tuo :((
      Mi perdoni, vero? Sono proprio una testa vuota! Comunque le tue creazioni, non hanno proprio nulla da invidiare alle mie!
      Un super mega abbraccio e arrivederci a presto, nel nostro gruppo preferito ;)
      Secondo me è lui che ci strega... hihihihi!

      Elimina
  14. Gustosissima questa ricetta!! Ho solo una domanda: dopo quanto tempo dalla creazione della pasta madre posso iniziare a usarne gli scarti? La mia è ancora giovane (una settimana) e non so se è abbastanza attiva da essere usata così, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao "the natural Cosmetics", sì certamente temo che una pasta madre di una settimana sia troppo giovane per essere utilizzata.
      Di solito si consiglia di aspettare almeno un mese dalla creazione di una pasta madre prima di cominciare a panificare. Ti consiglio comunque di fare rinfreschi costanti, ad intervalli di tempo più o meno regolari, senza cambiare tipo di farina e utilizzando il più possibile, le stesse condizioni (ad esempio senza troppi sbalzi di temperatura). Queste accortezze dovrebbero stabilizzare presto il tuo giovane lievito.
      In ogni caso credo che la cosa migliore, sia provare a fare il pane e testarne il sapore. Di solito una buona pasta madre dà un buon gusto al tuo pane.
      Ricordo ancora il mio primo pane... un pò acidino (solo una puntina però eh, non immangiabile!), ma che soddisfazione!
      Se il pane ti vine buono, puoi tranquillamente iniziare ad usare l'esubero del rinfresco!
      Spero di esserti stata utile! A presto e in bocca al lupo per la tua giovane pupattola! Buon pane ^__^

      Elimina
  15. provati ieri, veramente fantastici e uno tira l'altro, grazie mille per la ricetta!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo, intanto ciao, qual è il tuo nome?
      Sono contenta che i cracker ti siano piaciuti!
      Magari ti firmi la prossima volta? Grazie!

      Elimina
  16. scusa mi chiamo Emanuela, li ho rifatti perché ho un sacco di scarti che avevo tenuto perché mi dispiaceva buttarli, e così ho trovato la tua ricetta fantastica vengono sempre più buoni forse perché il lievito è più maturo, grazie ancora, fai delle fantastiche ricette nelle prossime settimane voglio provarne altre, una domanda: hai la ricetta per il panettone con il lievito madre? ciao Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela ^__^ sono proprio contenta della tua buona riuscita! Anche a noi piacciono moltissimo questi cracker e la trovo un'ottima idea di riciclo per gli esuberi.
      Ogni qual volta tornerai qui a farmi visita, sarai sempre la benvenuta, spero tu possa trovare qualche altra buona idea.
      Per quanto riguarda la ricetta del panettone tradizionale, non posso che consigliarti la ricetta del mio maestro Adriano Continisio che trovi qui:
      http://profumodilievito.blogspot.it/2011/12/panettone-tradizionale-con-lievito.html
      Buona panificazione allora e arrivederci a presto!

      Elimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF