giovedì 4 aprile 2013

Le mie crocchette, quando anche il riciclo diventa goloso!


Ebbene sì, lo ammetto, aprile di per sè mi mette già di buonumore!
Ogni anno il risveglio della natura ha per me un che di magico: 
le prime gemme sugli alberi, le primule, i prati verdissimi pieni di margheritine, e nonostante il maltempo che perdura, le tiepide giornate di sole...
Insomma ogni anno il lento risveglio della primavera, mi sembra sempre un regalo meraviglioso di cui godere, a maggior ragione se questa attesa si protrae più a lungo del dovuto, come quest'anno in cui sembra che la primavera stenti ad arrivare! 
Eppure arriverà anche climaticamente, basta avere un pò di pazienza, quella che forse oggi abbiamo tutti un pò perso, vogliamo tutto e subito e la magia dell'attesa si perde tra inutili affanni.
La primavera mi appartiene, o come dice il mio bimbo, forse la amo perchè ci sono nata... e sarà pur vero, anche per questo!
Ad ogni modo il sole nel piatto oggi non me lo toglie proprio nessuno, nemmeno il maltempo!
Il sole nel piatto l'ho disegnato, o meglio vi lascio un'idea molto semplice, ma credo anche utile e sfiziosa. 
Per me il cibo è cosa sacra, non va sprecato per nulla al mondo.
Eppure credo come in tutte le case e le cucine, anche nella mia a volte ci sono avanzi di cibo poco gradito. 
Nonostante ciò nulla va sprecato, semplicemente si ricicla. 
Oramai ho una ricetta collaudata per il lesso avanzato o il petto del pollo arrosto che non mangia mai nessuno. 
Ogni volta che avanza lo riciclo così: 

Ingredienti:
petto avanzato dal pollo arrosto o carne lessa avanzata
1 uovo
1 manciata di parmigiano reggiano
2 manciate abbondanti di pecorino romano
2-3 filetti d'acciuga
prezzemolo tritato (o altre erbe aromatiche a piacere)
1 piccolo spicchietto d'aglio (se piace)
1 cucchiaino di zeste di 1 limone non trattato in superficie
farina di mais qb per impanare + eventuale pangrattato
olio extra vergine d'oliva qb

E guardate un pò quella manina lesta come l'ha afferrata...
e stavolta la crocchetta la addenta eh, altro che se l'addenta, ancora calda, nemmeno il tempo di fare la foto!


Procedimento:
Per prima cosa private degli ossi la carne avanzata, poi riponetela in un mixer con l'uovo, il pecorino, i filetti d'acciuga, il prezzemolo tritato, l'aglio se vi piace, e le zeste di limone e frullate fino ad ottenere un macinato omogeneo. Regolate di sale e se dovesse risultarvi un impasto ancora troppo appiccicoso aggiungete del pangrattato. Con le mani leggermente inumidite formate dei cilindretti e passateli nella farina di mais, prima di cuocerle. Coprite d'olio il fondo di una padella antiaderente e fate dorare le crocchette da ogni lato.
Utilizzo la farina di mais perchè dà una croccantezza speciale e (non so se sia solo una mia impressione) perchè mi sembra assorba meno olio rispetto al pangrattato. 
In ogni caso, prima di servire le crocchette, le faccio sgocciolare bene su carta assorbente per rimuovere l'olio in eccesso e poi le servo ben calde con una bella insalata verde o con una salsina allo yogurt in accompagnamento. 
La salsina la preparo con zeste di limone e zenzero fresco oltre allo yogurt ovviamente.

Una vera golosità!

Vi lascio un abbraccio e vi aspetto alla mia prossima ricetta.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF