lunedì 7 marzo 2011

Dolcetti per Carnevale: i CECI RIPIENI di Sulmona


Mio suocero è vissuto a Sulmona per molti anni e da tempo mi raccontava di questi dolcetti di cui andava ghiotto, che sua mamma gli preparava in tempo di festa… purtroppo non avendo più a disposizione la sua ricetta originale, ho dovuto cercare in rete e poi in base anche ai suoi ricordi, ho fatto un mio personale mix ed eccovi questi CECI RIPIENI SULMONESI, in pratica dei raviolini dolci con un ripieno di ceci mandorle e cioccolato. Non avendo a disposizione i canditi ho utilizzato la scorza d’arancia, che a mio avviso si sposa divinamente col cioccolato e anzi, forse ci sta anche meglio!


Ingredienti:
Per la sfoglia:
500 gr farina 00
1 uovo
½ bicchiere d’olio
75 gr di zucchero
¼ di bicchiere di vino bianco secco

Per il ripieno:
250 gr di ceci lessi
75 gr di zucchero
75 gr di gocce di cioccolato fondente
75 gr di mandorle tritate
2 cucchiai di cacao amaro
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di caffè solubile
1 cucchiaino di cannella in polvere
la scorza grattugiata di 1 arancia
½ bicchierino di liquore (io ho usato il mio perfetto amore)
zucchero a velo qb per la copertura





Procedimento:
Disporre a fontana la farina, rompere l’uovo ed amalgamarlo bene all’impasto, aggiungere lo zucchero, l’olio e da ultimo il vino bianco, lavorando energicamente fino ad ottenere un impasto bello liscio ed omogeneo. Poi fare una palla, avvolgere in una pellicola e procedere preparando il ripieno. Per il ripieno io ho usato una scatola di ceci già lessati (altrimenti se partite da quelli secchi li dovrete mettere a mollo e procedere con normale cottura), l’ho sciacquati bene e frullati, poi li ho amalgamati con lo zucchero, il miele, le mandorle tritate, le gocce di cioccolato, il cacao amaro, il caffè solubile, la cannella e da ultimo la scorza grattugiata di un’arancia. Mescolare bene fino ad ottenere un impasto omogeneo ed infine aromatizzate se vi piace con un goccio di liquore. Io ho utilizzato il mio perfetto amore, di cui prima o poi mi dovrò decidere a postarvi la ricetta, perché è ottimo da usare con i dolci!
Ora procedete riprendendo la pasta preparata e stendendola in una sfoglia molto sottile. Io lo faccio col matterello, perché con la nonna papera non sono capace e le poche volte che ci ho provato ci ho sempre litigato! (Per cui lascio perdere, anche perché alla fine faccio molto prima col matterello!)
Disponete un cucchiaino di ripieno sulla sfoglia (procedendo una fila alla volta) e poi ripiegate sopra la sfoglia schiacciando bene per far uscire l’aria e poi sigillando come a formare dei raviolini con la rotella taglia-pasta. I ravioli così ottenuti andrebbero fritti in olio bollente pochi minuti per parte finchè siano appena coloriti e poi fatti sgocciolare e raffreddare prima di ricoprirli con zucchero a velo, ma io li ho cotti in forno per 20 minuti a 170 °C in forno ventilato. Sono ovviamente rimasti meno morbidi, ma più croccanti… ma anche meno unti!!!
Siccome dalle dosi che vi ho indicato mi è avanzato un sacco di impasto (certamente ne sarebbe bastata la metà di quella dose, ma era la prima volta che mi cimentavo con la ricetta quindi non potevo saperlo) ho pensato di farci delle bugie!
Ed eccole qui:




Con questa ricetta partecipo alla bella iniziativa che trovate descritta nelle pagine Nella cucina di Martina:


Vorrei ancora ringraziare tantissimo anche la dolcissima Chaillrun, che è stata così carina da pensare nuovamente a me con un altro premio che ha voluto donarmi:
grazie di vero cuore micina!

Di rimando giro questo premio a tutti quei lettori di questo blog dai più assidui, a quelli silenziosi, casuali, sporadici, insomma a tutti voi che per qualunque motivo siete capitati qui a leggere questo blog, e che donate un “gusto speciale” all’esistenza di queste pagine!
Mi devo inoltre scusare con tutti voi amici blogger e non, per la mia assenza dalla rete, ma il post è stato programmato, perchè sarò in ferie tutta la settimana! 
Non mi resta quindi che abbracciarvi tutti ringraziarvi ancora del vostro affetto ed augurarvi buona settimana, e che sia per tutti voi  speciale... almeno quanto la mia!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF