mercoledì 30 novembre 2011

Arrosto alle nocciole

Ragazzi che fermento nella mia cucina in questo periodo, sto sperimentando un sacco di nuove ricette!!! 
Come vorrei giornate di 48 ore per riuscire a fare tutto!! 
Perchè Il tempo non mi basta mai?!
Oggi vorrei condividere con voi un piatto preparato già diverse settimane fa in occasione di una cena con degli amici speciali! 
A dire il vero ero molto scettica sulla sua buona riuscita e ancora lo sono! 

Anche se il marito dissente, ho la brutta abitudine di sperimentare nuove ricette quando viene qualcuno a cena... 
Ho subito pensato: "Stasera rischio grosso!"
Adoro preparare gli arrosti, specie in questo periodo dell'anno: 
brasati, stufati e stracotti sono i miei must per le cene da invito!
Questa è stata la prima volta in assoluto: mai fatto prima d'ora un arrosto con le nocciole! 
L'ho assaggiato diverse volte in vari ristoranti, perchè qui in Piemonte è un secondo piatto molto diffuso, già da tempo mi ero ripromessa di farlo, ma una ricetta-guida non l'avevo! 
Non ho trovata nessuna ricetta da seguire e così alla fine me la sono inventata!
Anzi direi: ho AZZARDATO!

Ingredienti:
1,2 Kg circa di lonza di maiale (o arrosto della vena di vitello)
1 piccola cipolla bionda
1 carota
1 costa di sedano
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
1 foglia di alloro
1 mazzettino di salvia
3 bacche di ginepro
1 pizzico di cannella in polvere
1 pizzico di noce moscata in polvere
1/2 bicchiere di vino (ero indecisa se usare un rosso o un bianco, alla fine ho usato un rosso cabernet sauvignon perchè era già aperto e a portata di mano!)
qualche goccio di latte per "tirare la salsa"
30 gr di nocciole intere
olio


Procedimento:
Per prima cosa, come per tutti gli arrosti è importantissimo "sigillare" per bene la carne, ovvero rosolarla da tutti i lati, per fare in modo che tutti i succhi rimangano all'interno del pezzo senza fuoriuscire.  
Questo farà in modo che abbiate una carne morbida e saporita.
Per farlo basta avere solo due piccoli accorgimenti.
Il primo: mai mettere il sale all'inizio della cottura, ma sempre a cottura ultimata e poi non pungere mai la carne, bisogna pacioccarla sempre il meno possibile e in ogni caso girarla senza infilzarla. 
Io mi aiuto con un cucchiaio di legno. 
Detto questo anche la casseruola ha la sua importanza, io ne ho una dedicata senza la quale non cucino i miei arrosti: è in ghisa con fondo antiaderente.
Quindi per prima cosa pulite bene l'aglio, tagliate a dadini la carota e il sedano ed affettate sottilmente la cipolla, poi mettete l'olio in casseruola con le erbe aromatiche ben lavate e fate rosolare la carne da tutti i lati a fuoco vivace, finchè non abbia una bella crosticina marroncina. Quando è ben rosolato abbassate la fiamma, sfumate con il vino (non mettetelo direttamente sulla carne, ma sul fondo della casseruola) aggiungete noce moscata, ginepro e cannella e lasciate cuocere per circa un'oretta, aggiungendo un pò di acqua calda se necessario. Rigirate la carne solo a metà cottura.
Fate raffreddare bene l'arrosto prima di affettarlo (io lo preparo sempre il giorno prima).
Ora tritate le nocciole non troppo finemente tenendone da parte qualcuna intera. 
Dalle nostre parti c'è la nocciola tonda gentile delle Langhe che è davvero buona. 
Se l'avete, usate una varietà delle vostre parti è ovviamente molto importante usare delle buone nocciole!
Togliete dalla casseruola lo spicchio d'aglio, e le erbe aromatiche e "tirate bene la salsa" prima di aggiungere le nocciole tritate. 
Io prima ho frullato bene tutto il fondo di cottura poi ho aggiunto un goccio di latte ed infine le nocciole. Scaldate bene prima di servire.

E voi ce l'avete una ricetta di arrosto alle nocciole? 
Se avete dei suggerimenti, come al solito sono ben accetti!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF