mercoledì 30 novembre 2011

Arrosto alle nocciole

Ragazzi che fermento nella mia cucina in questo periodo, sto sperimentando un sacco di nuove ricette!!! 
Come vorrei giornate di 48 ore per riuscire a fare tutto!! 
Perchè Il tempo non mi basta mai?!
Oggi vorrei condividere con voi un piatto preparato già diverse settimane fa in occasione di una cena con degli amici speciali! 
A dire il vero ero molto scettica sulla sua buona riuscita e ancora lo sono! 

Anche se il marito dissente, ho la brutta abitudine di sperimentare nuove ricette quando viene qualcuno a cena... 
Ho subito pensato: "Stasera rischio grosso!"
Adoro preparare gli arrosti, specie in questo periodo dell'anno: 
brasati, stufati e stracotti sono i miei must per le cene da invito!
Questa è stata la prima volta in assoluto: mai fatto prima d'ora un arrosto con le nocciole! 
L'ho assaggiato diverse volte in vari ristoranti, perchè qui in Piemonte è un secondo piatto molto diffuso, già da tempo mi ero ripromessa di farlo, ma una ricetta-guida non l'avevo! 
Non ho trovata nessuna ricetta da seguire e così alla fine me la sono inventata!
Anzi direi: ho AZZARDATO!

Ingredienti:
1,2 Kg circa di lonza di maiale (o arrosto della vena di vitello)
1 piccola cipolla bionda
1 carota
1 costa di sedano
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
1 foglia di alloro
1 mazzettino di salvia
3 bacche di ginepro
1 pizzico di cannella in polvere
1 pizzico di noce moscata in polvere
1/2 bicchiere di vino (ero indecisa se usare un rosso o un bianco, alla fine ho usato un rosso cabernet sauvignon perchè era già aperto e a portata di mano!)
qualche goccio di latte per "tirare la salsa"
30 gr di nocciole intere
olio


Procedimento:
Per prima cosa, come per tutti gli arrosti è importantissimo "sigillare" per bene la carne, ovvero rosolarla da tutti i lati, per fare in modo che tutti i succhi rimangano all'interno del pezzo senza fuoriuscire.  
Questo farà in modo che abbiate una carne morbida e saporita.
Per farlo basta avere solo due piccoli accorgimenti.
Il primo: mai mettere il sale all'inizio della cottura, ma sempre a cottura ultimata e poi non pungere mai la carne, bisogna pacioccarla sempre il meno possibile e in ogni caso girarla senza infilzarla. 
Io mi aiuto con un cucchiaio di legno. 
Detto questo anche la casseruola ha la sua importanza, io ne ho una dedicata senza la quale non cucino i miei arrosti: è in ghisa con fondo antiaderente.
Quindi per prima cosa pulite bene l'aglio, tagliate a dadini la carota e il sedano ed affettate sottilmente la cipolla, poi mettete l'olio in casseruola con le erbe aromatiche ben lavate e fate rosolare la carne da tutti i lati a fuoco vivace, finchè non abbia una bella crosticina marroncina. Quando è ben rosolato abbassate la fiamma, sfumate con il vino (non mettetelo direttamente sulla carne, ma sul fondo della casseruola) aggiungete noce moscata, ginepro e cannella e lasciate cuocere per circa un'oretta, aggiungendo un pò di acqua calda se necessario. Rigirate la carne solo a metà cottura.
Fate raffreddare bene l'arrosto prima di affettarlo (io lo preparo sempre il giorno prima).
Ora tritate le nocciole non troppo finemente tenendone da parte qualcuna intera. 
Dalle nostre parti c'è la nocciola tonda gentile delle Langhe che è davvero buona. 
Se l'avete, usate una varietà delle vostre parti è ovviamente molto importante usare delle buone nocciole!
Togliete dalla casseruola lo spicchio d'aglio, e le erbe aromatiche e "tirate bene la salsa" prima di aggiungere le nocciole tritate. 
Io prima ho frullato bene tutto il fondo di cottura poi ho aggiunto un goccio di latte ed infine le nocciole. Scaldate bene prima di servire.

E voi ce l'avete una ricetta di arrosto alle nocciole? 
Se avete dei suggerimenti, come al solito sono ben accetti!

19 commenti:

  1. hihihihi il mio unico suggerimento si può limitare ad una torta con le nocciole! Non è che non ho mai fatto un arrosto ALLE nocciole...NON ho mai fatto un arrosto! E anche se con la carne sono ai ferri corti, a naso direi che ti sei buttata proprio bene stellina e azzardo pure che gli ospiti ti hanno lucidato il piatto con la scarpetta meglio della lavastoviglie :P! Un baciotto grosso grosso, grazie ti tutto :-*

    P.S. ma allora era per questo che servivano le “ghiandole” :)))) !

    RispondiElimina
  2. Buongiorno carissima, questo "azzardo" che dici tu ti è uscito alla grande!!
    bellissimo con quella salsina brava!!
    Un bacione Anna

    RispondiElimina
  3. Buongiorno mattiniera!!!!!!
    Io lo preparo spesso, anche con la carne bianca, solo che.. non uso vino, sono assolutamente astemia!!!
    Buonissimo!!!!!
    Un bacione grande!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Finalmenteeeeeee...dovevo copiarti la ricetta già settimane fa! Lo sapevo che mi sarebbe piacuto questo arrosto...lo sapevo!!! Ti linko sulla mia tavola di domenica, che dici?? ;)

    RispondiElimina
  5. Mi sembri me.. sperimento semrpe quando viene gente a cena.. e non m'è andata semrpe bene!! ahaahahah A te invece.. divinamente è andata! Non ho una ricetta di arrosto alle nocciole.. anzi ora ne ho 1.. la tua!! mi piace da matti.. adoro gli arrosti.. sperimentare nuove ricette.. e se c'è la frutta secca.. meglio! baci .-)

    RispondiElimina
  6. Complimenti Any, sembra gustosissimo il tuo arrosto. Una volta sono stata tentata di farne uno simile, ma non avendo neanche mai fatto un arrosto normale ho lasciato perdere, però questa tua ricetta mi fa venire di nuova la tentazione! A presto!

    RispondiElimina
  7. Grazie della visita e complimenti per il tuo blog ho curiosato un pò in giro e ho trovato parecchie ricette interessanti. Mi sono iscritta tr i tuoi followers cos' non ti perdo di vista
    Ciao e buona serata.

    RispondiElimina
  8. esperimento riuscitissimo! le nocciole con la carne di maiale vanno una bellezza! il piatto è eccezionale! la prossima volta invitami :D ciao cara

    RispondiElimina
  9. questo penso sia speciale, mi intriga, ciauuu.

    RispondiElimina
  10. Any io dico che per come cucini tu puoi tranquillamente permetterti di sperimentare tutto anche se hai ospiti perchè sarà sempre un successo!!!!!! Ora devo scoprire perchè nella mia blog roll non appare l'aggiornamento dei tuoi post!!!! Non posso certo perdermi le tue delizie da copiare :-P

    RispondiElimina
  11. @Fede: che meraviglia poterti rileggere! Mi sei tanto mancata, sai?
    Lo so, lo so che non ami la carne, ma hai ragione sai, la lavastoviglie non ho proprio dovuto usarla tanto hanno spazzolato! E ripeto a me non sembrava poi così tanto degno sto arrosto!
    P.S. Ci hai preso, e sì a questo servivano le ghiandole! ^__^
    @Anna: grazie!
    @Lory: no, no tutt’altro! Il post era programmato! ^__^
    Comunque il vino in cottura è cosa diversa, l’alcool evapora tutto: parola di biologa! A prestissimo... vero? ;)
    @Greta: lo so sono un bradipo nel postare, ora ne hai la prova diretta;)! Felicissima d’esser linkata sulla tua tavola! Un abbraccio a presto!
    @Claudia: nemmeno a me va sempre bene, ma sul blog mica si dice Sssst! Un bacio anche a te!
    @Meg: procaci, non è poi così difficile, basta far fnta di seguire un protocollo ;) e noi ce ne intendiamo, no? Un abbraccio stretto!
    @Esme: benvenuta in questo mio piccolo angolino, spero possiamo farci ottima compagnia e trovare spunti dalle nostre cucine! A presto!
    @Vicky: considerati invitata, aggiungo un posto a tavola! ^___^ Baci alla prossima!
    @Fabi: grazie! Felice d’averti intrigata!!!
    @Deb: sei sempre troppo magnanima con me, ma per giudicare davvero dovresti cenare da me una volta e assaggiare… che ne dici, vieni? Per il blogroll non saprei cosa non va, il feed forse? Mi spiace ma proprio non capisco un H di cose tecniche del blog, non saprei come esserti d’aiuto! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Un arrosto così l'ho mangiato solo al ristorante, dev'essere squisito. Lo proverò di sicuro! un bacione.

    RispondiElimina
  13. e hai fatto bene ad azzardare, mi sembra che il risultato sia perfetto, tutti ingredienti che mi piacciono parecchio. Io piemontese polentona, non ho mai assaggiato un arrosto alle nocciole...che vergogna :( meglio che mi tenga a tua ricetta sotto mano ;)
    Buon pomeriggio Any, bacio.

    RispondiElimina
  14. Grazie ragazze!
    @Cri: sai quante cose non ho assaggiato io sebbene viva qui da sempre! C'è sempre tempo per imparare, e so che siamo della stessa scuola di pensiero io e te! Quindi nessuna vergogna, se ti andrà di sperimentare, puoi azzardare anche tu.. e se provi fammi sapere! Un abbraccio stretto! A presto!

    RispondiElimina
  15. complimenti una vera prelibatezza molto invitante

    RispondiElimina
  16. Beh direi un azzardo RIUSCITISSIMO!!!!! Ma la verità è che tu sei eccezionale e quindi non esistono azzardi che possano avere la meglio sulla tua bravura!!!!
    Ma sai che anch'io ho l'bitudine di sperimentare sempre nuove ricette quando ho ospiti...e fino ad ora per fortuna è andata sempre bene!!!! baci cara

    RispondiElimina
  17. Da parte mia posso solo testimoniare che... era buonissimo!
    L'abbiamo abbinato ad un Nabarì, Monferrato Rosso di una piccola azienda di Gavi, La Chiara.
    E' un assemblaggio di tre diverse uve: Cabernet Sauvignon 50%, Dolcetto 25% e Barbera 25%.
    In un territorio famoso per i grandi vini bianchi il vignaiolo ha in questo caso riscoperto la tradizione di un rosso insieme corposo e morbido, che con un arrosto delicato del genere si sposa alla perfezione...

    RispondiElimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF