martedì 31 dicembre 2013

Alberelli di meringa


Ed eccoci arrivati all'ultimo post dell'anno.
Il 2013 sta per salutarci e un nuovo anno si presenta come ogni nuovo anno, pieno di aspettative, speranze, e desideri!
Credo che l'animo umano sia per sua natura sempre alla ricerca, di qualcosa che completi in qualche modo le nostre vite.
Spesso però rincorriamo i minuti, i giorni le ore, senza curarci che la vita è ADESSO, come cantava Baglioni.

Ogni singolo attimo è prezioso, ogni istante che viviamo è unico ed irripetibile, non ritorna, sebbene a volte lo ignoriamo dando per scontate, solo per la loro ovvietà, tante piccole cose meravigliose che ci passano accanto nella nostra vita quotidiana.

Oggi scrivo in verde, come la speranza che spero non venga mai meno.
E vi regalo degli alberelli, non verdi, è vero, ma di zucchero, perché possiamo imparare ad addolcire la vita con i nostri pensieri.

Oggi scrivo in verde.
Volutamente.
Verde speranza.

Come i pensieri che vorrei scaturissero nel nuovo anno che ci prepariamo ad affrontare.
Verde come il mondo che vorrei di nuovo nostro, perchè tanto verde non lo è più: lo abbiamo adulterato con il nostro consumismo, con la smania di possesso invece del paziente e intelligente utilizzo delle preziose risorse che il nostro pianeta Terra ci mette generosamente a disposizione.
Verde come gli spazi aperti che auguro a mio figlio di riuscire ad amare e rispettare. In cui poter correre spensierato, ammirando ogni piccolo miracolo che la natura è in grado di offrire ai nostri sguardi diventati oramai ciechi.




Verde, sì. Nonostante tutto.

Il momento storico che stiamo vivendo non è semplice.
Ho sentito e visto cose urlate in nome di ideali e ideologie, che raccapriccianti è dir poco.
Non voglio regalarvi però pensieri tristi, anzi, voglio lasciarvi un augurio che mi viene dal cuore.
Che è quello di continuare a credere che
un "mondo diverso sia possibile", nonostante tutto.
Credere che sperare è meglio che rassegnarsi, che lottare e credere nei propri sogni è la strada giusta.

Perchè una mente aperta e libera è l'arma più potente che abbiamo, ed è quanto di più pericoloso possa esistere a dispetto di qualsiasi tipo di ideologia imperante ai giorni nostri.
Il rispetto, la tolleranza, la civiltà non passano mai attraverso la violenza e si costruiscono faticosamente con dedizione, confronto, ascolto e pazienza. Tutti siamo un tutt'uno..

Pensare positivo è la vera linfa della vita, attiva le nostre risorse, fisiche e mentali, dal liberare le endorfine all'indurre in noi sentimenti e sensazioni positive che sono il motore della vita!

L'augurio che faccio a voi, ma per prima a me stessa è di non banalizzare mai nulla, di non parlare per luoghi comuni, di non "immergersi" nelle folle, qualsiasi esse siano, ma di stimolare giorno per giorno il nostro senso critico, cercare di capire, di leggere in profondità gli eventi quotidiani in cui siamo coinvolti, per non restare in superficie vivendo tutto solo a metà, ma andare in profondità per godersi la vita in ogni attimo che scorre.

Perchè anche i pensieri oggi sembrano usa e getta, e ciò che si dice oggi domani già non vale più!


Ecco spero che per noi non valga.
La coerenza sembra desueta.
Vi auguro invece di tenere la barra dritta, di non perdere il filo dell'essenza delle nostre vite, di parlare e dialogare con chi abbiamo vicino, anche se è diverso da noi, senza giudizi a priori, perchè spesso in un pensiero diverso dal nostro è racchiuso un prezioso insegnamento di cui potremmo far tesoro!
Aprire il cuore ad un confronto vero, non sempre solo al giudizio ed alla condanna, al chi urla più forte, al chi si impone, ai "so tutto io".
Diffido per partito preso da chi ha sempre la "verità in tasca", da chi ha solo soluzioni certe e non ha mai dubbi, da chi crede che ci sia un solo modo per salvare il mondo.
Perchè le possibilità e le vie sono molte, spesso complesse ed articolate, ma possibili, se solo imparassimo ad ascoltarle...
Allora amici che avete resistito e mi avete letto fin qui, vi auguro Buon Anno, un 2014 davvero Nuovo e diverso.

Il cambiamento che da anni auspichiamo di vedere nel mondo:
SIAMO NOI, ciascuno di noi.
Vi auguro di cuore di essere voi gli artefici del cambiamento che volete vedere nel mondo che abitiamo!
Auguri... i miei più sinceri per il nostro futuro.

E non perdiamo mai la speranza! Mai!

DEVI SAPERE TUTTO
Impara 
bambino a scuola 
impara 
uomo in carcere 
impara donna in cucina 
frequenta la scuola,
senza tetto procurati sapere 
tu che hai freddo affamato.
Non temere di fare domande 
verifica le cose che leggi 
ciò che non sai di tua scienza 
in realtà non lo sai.
(Bertold Brecht)




L'idea degli alberelli l'ho presa da qui.
Claudia e il suo Bistrot virtuale sono una vera delizia per gli occhi, passateci!
La ricetta che ho seguito per fare le meringhe però è la mia.
Come avevo spiegato in un mio vecchio post ho fatto a suo tempo tutte le sperimentazioni del caso ed ora la ricetta per le meringhe è collaudata e non la cambio più!
Ingredienti:
2 albumi
150 gr di zucchero a velo
palline di zucchero per decorare
Procedimento:

Montare gli albumi con lo sbattitore elettrico e aggiungere gradatamente lo zucchero a velo a più riprese, avendo l'accortezza di farlo in un recipiente posto su una pentola a bagno maria. Montare finchè la meringa sia bella lucida gonfia e calda. Allontanare quindi dal fuoco, continuando a montare fino a raffreddamento avvenuto. Occorreranno 15-20 minuti.
Mettere la meringa in una siringa da pasticcere con un beccuccio piatto e sistemare le meringhe formate su una placca ricoperta di carta da forno. 
Dare la forma di alberello e decorare con gli zuccherini.
Cuocere per circa 1 ora a 110-120 °C.
Aspettare che raffreddino prima di staccarli dalla teglia.
Ed eccoli qui gli alberelli:


Ancora auguri di Buon Anno a tutti voi e arrivederci al 2014!


 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF