domenica 15 maggio 2011

Avete presente la Philadelphia? E se vi dicessi che me la faccio in casa?!


Sì sì, avete letto proprio bene.
Vado letteralmente in brodo di giuggiole quando mi imbatto in siti come questo qui. E non resisto DEVO replicare.

Credo sia oramai risaputo che le affinità tra le alchimie in cucina e in laboratorio di questo blog siano notevoli, ma badate bene, non sono mica la sola! Ne potete trovare tantissimi nel mare della rete, di biologi appassionati che applicano i principi di chimica anche ad esperimenti culinari di ogni tipo!
Questo sito per esempio da cui ho preso la ricetta di cui oggi vi scrivo, è di un biologo, David, appassionato di chimica come la sottoscritta, e la dice lunga sulle infinite possibilità che si hanno di applicare le conoscenze chimiche anche in cucina!
In primis mi ha affascinato l'estrema semplicità di ottenere una cosa tanto buona come quest'ottimo formaggio spalmabile, che ci possiamo tranquillamente fare in casa risparmiando e soprattutto essendo sicuri della materia prima di partenza, evitando di utilizzare conservanti!
Se poi avete anche la possibilità di avere del buon latte fresco o vi fate già in casa lo yogurt, ancora meglio per voi.
Come ci direbbe Gunther in questo caso non dovremmo impazzire per leggere e controllare bene l'etichetta, perchè HOME-MADE è genuino e soprattutto SICURO!!!
E la bontà di questo formaggio è straordinaria!
Ho sbirciato un sacco di altre ricette che credo vi riproporrò presto.
Per ora ci accontentiamo di questo semplicissimo, ma davvero delizioso inizio.
Allora vediamo un pò come possiamo fare a prepararci questa sorta di "philadelphia" home made.
Ho letto che questo tipo di formaggio, viene anche chiamato Labnè.

Ingredienti:
1 kg di yogurt intero naturale senza zucchero
1 cucchiaino da the raso di sale (io fleur de sel della Camargue)
canovaccio bianco sterile (o meglio una garza sterile se l'avete)
spago
"armamentario" per appendere e far decantare il vostro yogurt

Procedimento:
Per prima cosa dovrete procurarvi un canovaccio possibilmente bianco ed assicurarvi che sia ovviamente pulito e possibilmente sterile (meglio una garza sterile se l'avete). Perchè sarà quello che ci serve a filtrare e far sierare il nostro yogurt. Per allontanare tutte le tracce di eventuali residui di detersivo, io dopo un lavaggio a 90 gradi l'ho fatto anche bollire in pentola per una decina di minuti e l'ho poi ben risciacquato. Dopo l'asciugatura del canovaccio, se ci siamo procurati lo yogurt naturale, che deve essere intero e senza aggiunta di zuccheri (pena il diverso sapore nel risultato finale) possiamo cominciare.
Per prima cosa aggiungete 1 cucchiaino da the raso di sale (io ho usato questo qui: fleur de sel della Camargue) e girate bene per farlo amalgamare in modo uniforme.



Sistemate il canovaccio steso in un contenitore e versateci dentro lo yogurt salato. Attenzione perchè il processo comincerà subito: inizierà a colare il siero e gocciolerà subito parecchio! Ora stringete le estremità del canvaccio e legatelo stretto, dovrà risultare una sorta di "scamorza" che dovrete poi appendere in un luogo fresco e lasciar decantare per 24 ORE in frigo. Io mi sono servita di una caraffa a cui ho appeso il tutto. Vedete voi come è meglio fare nel vostro caso, per lasciarlo "appeso" in frigo. La vostra "scamorza" non dovrà toccare il fondo del recipiente in cui è contenuta, perchè lì si raccoglierà il liquido (siero) che dobbiamo allontanare per ottenere la nostra "philadelphia HOMEMADE".
Dopo 24 ore potete aprire il vostro sacchettino ed eccola qui pronta!
Come resa ho ottenuto un pò più di 300gr di formaggio partendo da1 kg di yogurt intero.



Una deliziosa cremina spalmabile, genuina e buona buona.
E la mangerete di certo con grande soddisfazione perchè sarà fatta da voi! 
Semplicissimo no?

NOTE PERSONALI:
La potete anche aromatizzare con delle olive sminuzzate, dei pistacchi tritati, dell'erba cipollina o con della menta fresca (davvero sublime) o con qualsiasi altra erba aromatica o spezia che vi piaccia! Provate! Ovviamente spalmata su un cracker, (come quelli di farro che vedete in foto, di cui presto vi pubblicherò la ricetta) un grissino o un pezzetto di pane... mmmh è una vera delizia!
Il siero colato non buttatelo, potrete utilizzarlo se dovete fare il pane o qualche altro lievitato salato.
Usatelo al posto dell'acqua, avrete un "risultato" più soffice. 
Se poi non mettete il sale durante il procedimento (magari potete aggiungerlo dopo direttamente nel formaggio) potete utilizzare il liquido colato, come innesco per farvi lo yogurt in casa, perchè il siero conterrà preziosi lattobacilli utili a far fermentare il vostro yogurt! 


Con questa ricetta in "super mega corner", all'ultimissimo minuto tanto per non smentirmi mai, vorrei partecipare al contest HOME-MADE IS BETTER che GUARDA A CASO scade giusto giusto oggi ed è stato indetto dalla mia dolcissima amichetta ZEBRETTA, oltre che da Gaietta e Mezzaluna (che nei prossimi giorni andrò a conoscere nei loro blog) ed ovviamente dalla KIT-ZEN, che ha messo in palio 3 favolosi premi: uno più bello dell'altro, magari ne vincessi uno!!!

Bè, per il mega ritardo di questa partecipazione all'ultimo minuto, dalla mia ho la scusante che possiamo proprio considerarla una ricetta dell'ultimo minuto, no?
E poi se non è HOME-MADE IS BETTER questa qui, ragazzi...


49 commenti:

  1. Sei davvero molto brava , ma quello che mi colpisce di te è, soprattutto, la passione per la ricerca di sapori genuini e armoiosi, non complicati e di sicura bontà.
    Ti auguro una felice settimana

    RispondiElimina
  2. Ciao tesoro, questo procedimento è veramente geniale e mi incuriosisce in particolar modo!!! Prendo nota di tutto! Complimenti per il tuo fantastico risultato! Baci

    RispondiElimina
  3. Non ci credo...ti fai il philadelphia da sola?! Ma è geniale!! Mi hai conquistata, da oggi sarò una tua sostenitrice, perchè non mi voglio perdere le altre tue creazioni...qui c'è del talento da vendere! ;-)

    RispondiElimina
  4. assolutamente da provare!!
    baci e buona sttimana

    RispondiElimina
  5. Kaori a te ti fa un baffo ;PPPP ehehehe!!!Questo philadelphia è uno spettacolo!!!Il sito non lo conoscevo...io adoro i formaggi (sono una formaggio-dipendente!) e me lo devo studiare per benino!
    Questo formaggino qui è bellisssimisssimisssimissimo e molto più sano!Inoltre se non butto via neanche il siero è pure più economico :))))

    Sei grandiosa!

    Grazie davvero tantissimo di aver partecipato :) conosco i tuoi milioni ma che dico, miliardi di impegni e so che hai fatto una faticaccia incredibile per partecipare :) Sbaciucchiamenti a tutti!!!

    RispondiElimina
  6. Buonoooooooooo :D! L'ho fatto anch'io un paio di volte e mi è piaciuto tantissimo, molto più del "fratello famoso" e sicuramente molto più sano e genuino. E che telodicoaffà? Ci ho infilato dentro una bella spolveratina di peperolicchio :)) Però non ho mai pensato a recuparare il siero :-o! Grazie della dritta gioia, la prossima volta me lo tengo per la focaccia o una bella ciambellotta :D Un bacione grande, buona settimana :-*

    RispondiElimina
  7. anche un'altra amica usa prepararla..sembra proprio uguale!!complimenti e buona settimana

    RispondiElimina
  8. Nel mio frigo non manca mai cara Any, mi piace talmente tanto che spesso lo mangio a colazione, e nel mio blog ci sono 22 ricette al momento, ma chiamiamolo col nome suo, labneh! Bravissima, vedrai che non ne potrai piu` fare a meno. Ciao. Buona giornata.

    RispondiElimina
  9. Sono andata a vedere il link che hai messo e anche lui lo chiama labneh!

    RispondiElimina
  10. Che idea geniale!!! Da provare!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  11. Any grazie!! Una ricetta geniale, con spiegazioni dettagliatissime che non esiterò a preparare, vado subito a comprare lo yogurt greco intero!Baci e buona giornata carissima

    RispondiElimina
  12. E certo, ti pareva che la mitica Any non s'accontentasse di comperare la scatola al market??? naaa... :))))))
    Una ne pensi e cento ne fai: sempre con l'allegria che ti contraddistingue!!!
    Brava, brava .. un bacione e felice settimana ^^

    RispondiElimina
  13. bravissima!!!!!!
    sicuramente è meglio dell'originale!!!!!
    grazie per aver postato questa ricettina....ne faremo man bassa!!!!!
    complimenti ancora!
    a presto,
    ciaooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  14. Anche la mia amica Cri del blog la zucca capricciosa si vanta semrpe di farsela da sè.. io ancora non ci penso proprio! La tua pure è perfetta però!!!! ahahahaah smackk buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  15. Fantastica Any sembra 1000 volte più buona della philadelphia e con qualche aromino in aggiunta o solo un po' di pepe e olio sopra sarebbe uno splendido aperitivo abbinata a quei creckerini...mmm!!!

    RispondiElimina
  16. Mi piace assai questa ricetta, anche perché io adoro la philadelphia e penso che homemade sia moooolto meglio!

    RispondiElimina
  17. Any, ma hai fatto il Labna(formaggio di yogurt del Medio Oriente). Ma sai che è in programma anche nella mia cucina, devo solo fare un pò di spazio in frigorifero...
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  18. @Zicin: grazie di queste tue belle parole! Sei andata dritta dritta al mio intento! Cucina semplice, ma genuina! Un abbraccio e buona settimana!
    @Lady: sei sempre dolce, grazie davvero di cuore! Ti abbraccio!
    @Claudia: benvenuta, grazie per i complimenti! Il mio essere biologa mi aiuta parecchio in queste preparazioni… eheheh! A presto! Un abbraccio
    @Anna: sì provala, facile davvero e certamente più sana di quella comprata!
    @ Ale: Kaori =)) mi fai sempre morir dal ridere tu! Son felice d’esserci riuscita, all’ultimo secondo come sempre… ultima oramai ci sono abituata! Ma se gli ultimi saranno i primi…non si sa mai… HO VINTO QUALCHE COSA?!? Qualsiasi premietto va bene :D!!!! Ti abbraccio forte forte e buona settimana!
    @Fede: buono vero?! E con lo zenzero l’hai provato?! Magari è una buona idea oltre al tuo amato peperolicchio! :D Non mi tentare ancora con le tue focacce… sono già divine così… se mi fai delle migliorie… potrei svenire seduta stante! Allora sì ti tocca venir di corsa fino a Torino con un bel pezzo della tua focaccia… mah, quasi quasi… sarebbe proprio una buona idea!
    @Tina e Fabiola: Grazie!
    @ Chamki: già lo sapevo che tu hai sempre una marcia in più! Come ho scritto da te ho scoperto l’acqua calda… ma i blog servono a questo, no? Ad imparare sempre cose nuove! Ovviamente da chi ne sa molto più di noi! Grazie delle tue dritte! A presto!
    @ Renza: se lo provi torna a dirmi che ne pensi! Grazie baci!
    @Ornella: con lo yogurt greco dev’essere eccezionale… già immagino fammi sapere! Ti abbraccio!
    @Chaillrun: eh, eh sono terribile io… x gli esperimenti non perdo occasione! TVB scricioletta! Un enorme abbraccio! A presto!
    @Sgt Pepper: benvenuta! Grazie dei complimenti! A questo servono i nostri blog, no? A darci nuovi spunti e a condividere le nostre conoscenze! A presto un grande abbraccio!
    @Claudia: sì lo so, lei è bravissima con queste preparazioni! Buona settimana! Baciotti!!
    @Chiara: confermo! Dei cracker al farro con olio aromatizzato al limone e rosmarino posterò presto la ricetta! Un abbraccio forte!
    @Stefania: è vero è molto meglio e soprattutto sai che cosa ci hai messo dentro! Se la provi fammi sapere che ne pensi! ;)
    @Ale: sì me l'ha scritto anche Chamki, che te devo dì... ho scoperto l'acqua calda :D Un mega abbraccio!

    RispondiElimina
  19. Buon giorno!
    Bella ricetta e bel blog
    Kissy!

    RispondiElimina
  20. Bellissima idea! anche io sono per l'HOME MADE e cerco di autoprodurre tutto quello che posso. Non compro quasi mai il philadelphia perchè mi sembra troppo paciugato, ma devo ammettere che è buonissimo! quindi, grazie della ricetta! ciao ^-^

    RispondiElimina
  21. Caspiterina.. questa poi è assolutamente da provare!!!!!!!
    Bravissimaaaaaa!!!! Come sempre!!!!
    Un bacione enorme!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. che dritta Any!!! davvero un ottimo consiglio e un'ottima ricetta!!

    RispondiElimina
  23. questo lo mangerei a scatola chiusa... ;-)) una gran bella idea che tutti con un po di volontà possono fare

    RispondiElimina
  24. Sei geniale, grazie per la ricetta e per avermi fatto conoscere quel sito. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  25. Grazie per avermi fatto conoscere questa ricetta. Me la segno.
    Se vuoi partecipa alla nostra festa di condominio inviando ricette nuove o già pubblicate a http://lacucinaaccanto.blogspot.com/2011/05/buffet-in-giardino-la-nostra-prima.html
    Ti segnalo anche un’altra raccolta organizzata da Elisa la nostra “amministratrice”
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/05/mai-dire-basta-una-raccolta-che-finisce.html
    La tua partecipazione sarà molto gradita
    Grazie
    Buona serata

    RispondiElimina
  26. ps:sono la sostenitrice numero 200 HOVINTOQUACCHECCOSA?!?! ahahhaha ;) ciao

    RispondiElimina
  27. bella ricettina e in bocca al lupo per il contest.

    RispondiElimina
  28. Mia cara e giovane amica, farò sicuramente questa deliziosa ricetta "in casa", per ora ti ringrazio di questo misto di creatività, alchimia ecc.baci ed a presto, spero:-)

    RispondiElimina
  29. Any...ma cosa mi stavo perdendo!!
    Lo sai che è la prma volta che sento del philadelphia fatto in casa?
    Interessantissimo questo post, grazie,annoto la ricetta e chissà se un giorno mi faccio coraggio e ci provo!
    un bacione grande
    :X

    RispondiElimina
  30. Brava, i miei complimenti! Mai visto una cosa simile in altri blog! Ciao Silvia (mi sono unita ai tuoi lettori fissi)

    RispondiElimina
  31. ma che figata!
    questo dobbiamo assolutamente provare a rifarlo, studiamo bene come attrezzare il frigo e tentiamo :)
    p.s. se ti va ti invitiamo al nostro contest su come "occultare" gli ingredienti http://labandadeibroccoli.blogspot.com/2011/05/il-secondo-contest-della-banda-la-banda.html
    a presto

    RispondiElimina
  32. Sono passata dal tuo blog per caso... Complimenti per la qualità delle ricette, delle foto e delle tante idee da cucinare, mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori perchè non ti voglio perdere di vista... se ti va passa a trovarmi, sei la benvenuta... a presto

    RispondiElimina
  33. Hai ragione cara,sto scoprendo anche io diverse persone che applicano le conoscenze chimiche e non solo in cucina :) e se i risultati son questi,ben vengano!evviva l'home made e la cucina sana e genuina!complimenti per il risultato, kiss

    RispondiElimina
  34. Ciao caro amico! Buon suggerimento!
    Ho una figlia di Anna, e chiamare qualsiasi
    Grazie per aver visitato il mio e diventare seguace
    Kissy.

    RispondiElimina
  35. oh mamma che genialata.. questo lo provo di sicuro! :-) grazie!!

    RispondiElimina
  36. SEI VERAMENTE MITICA!!!!!!! un bacione

    RispondiElimina
  37. Ana, Ivana, Eres, Sississima, Labandadeibroccoli, Lamagicazucca, :) benvenute grazie di cuore per essere passate a curiosare tra le pagine del mio blog! Grazie a tutti per i vostri apprezzamenti, sono davvero felice che vi sia piaciuta questa ricetta! Alla fine credo sia anche molto semplice da realizzare e con poca spesa otteniamo un prodotto sano e davvero genuino! Scusate la mia assenza nei prossimi giorni! Sono in un periodo denso di impegni! Prometto che appena possibile passerò nei vostri blog a farvi visita e vi dedicherò le dovute attenzioni! Grazie di cuore a tutti! :-*

    RispondiElimina
  38. Sei troppo forte!!!!
    ...ho un pensiero per te...spero ti faccia piacere ;-)

    http://creareconlozucchero.blogspot.com/2011/05/un-regalo-inaspettatoe-un-po-di-me.html

    Baci.

    RispondiElimina
  39. questa ricetta è speciale! tesoro, scusami se non passo spesso, ma è un periodaccio, a giugno sarò più libera....ti mando un superbacione, anche al cacciatore di mozzarelle...che immagino non disdegni neanche questa philadelphia!

    RispondiElimina
  40. Ciao Anastasia, sono Isabella una delle 2 cuochine "ufficiali" del blog "Nella cucina delle Gifterine". Se hai letto qualcosa del ns. blog avrai certo visto in quale direzione andiamo noi e il ns. modo di cucinare. Andiamo verso una cucina il più possibile pulita da additivi chimici, zuccheri semplici, prodotti industriali etc., immagina con quanto piacere ho letto questa ed altre tue ricette. Il Philadelphia è un formaggio che molte di noi adorano ma che a causa di alcuni ingredienti usiamo con molta parsimonia, quindi rifarlo da noi sarebbe il massimo. Io vorrei provarci a farlo ma devi delucidarmi un pò. Quanti cucchiaini di sale? 1 come tra l'elenco degli ingredienti o 2 come nella descrizione della preparazione? Tutta l'operazione avviene a freddo? Nel testo specifichi che il sale si può aggiungere a formaggio già realizzato, ma allora cosa faccio metto lo yogurt da solo nel canovaccio e lo faccio colare? Mi delucidi?
    Aspetto tue istruzioni. Grazie!!!

    RispondiElimina
  41. Isabella, per prima cosa benvenuta! ^_^ Ti ho già risposto in privato, ma rispondo anche qui, perchè magari il mio commento potrebbe essere utile anche ad altri lettori, che si accingono a preparare questo formaggio casalingo. L'aggiunta del sale è personale, dipende dai vostri gusti personali, io consiglio di metterne un solo cucchiaino raso, volendo potresti anche ometterlo e aggiungerlo a fine preparazione, ma il gusto cambierebbe leggermente. La cosa migliore è sempre provare entrambe le soluzioni e poi decidere quella migliore per voi! La colatura dello yogurt è la medesima sia con che senza sale, come descritto e raffigurato nel post. Il raffreddamento (soprattutto se viene preparato nel periodo estivo) è caldamente consigliato, pena l'irrrancidirsi del formaggio!! Volendo poi ottenere una consistenza più cremosa e leggermente meno acidula, si può anche aggiungere un pò di panna alla preparazione. Spero di esserti stata utile! Se hai bisogno di ulteriori ragguagli sai dove trovarmi! Ciao a presto!

    RispondiElimina
  42. E' squisito anche quello prodotto con il kefir;il procedimento e' identico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo, grazie per il tuo prezioso suggerimento!
      Magari però la prossima volta firmati, così so a chi mi rivolgo! a presto!

      Elimina
  43. faccio già lo yogurt, ma il formaggio spalmabile mi mancava, devo farlo assolutamente. grazie a presto, ho fatto proprio bene a diventare tua follower chissà cosa mi combini...;)

    RispondiElimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF