venerdì 2 aprile 2010

Spaghetti senz'acqua di mamma Gemma!


Ogni volta che preparo questi spaghetti
mi commuovo un pochino...
Il merito è della mia mamma Gemma, 
che mi ha insegnato a farli.
e me li faceva sempre, perchè io li adoro.
E ieri mi è venuta una voglia oserei dire irrefrenabile... 
non sono proprio riuscita a resistere a non fare il bis! 
(mannaggia addio dieta)
Di fatto è una ricetta super-facilissima e molto semplice da preparare: 
alla fine non è null'altro che un piatto di spaghetti col pomodoro fresco.
Ma non sono le cose semplici le migliori di tutte?
La prima particolarità di questo piatto è dovuta al tipo di cottura degli spaghetti: molto inusuale, almeno per noi italiani, sentir dire che uno cuoce gli spaghetti senz'acqua è molto strano, o quanto meno curioso.
La seconda sta nel gusto a mio avviso SPETTACOLARE della pasta e della sua insolita consistenza.
Dovete provarli, davvero diversi dai soliti "spaghetti al pomodoro", per quanto siano un nobilissimo piatto intendiamoci!
Bando alle ciance, ecco la ricetta. 
Gustate e provate... a non fare il bis come me...


Spaghetti senz'acqua

Ingredienti:
Pomodorini freschi (pachino o piccadilly) 
Aglio
Olio
Sale
erbe aromatiche (io: maggiorana, menta e basilico)
1 pizzico di peperoncino (a chi piace)

Procedimento: 
In questa preparazione è di fondamentale importanza utilizzare una padella antiaderente munita di coperchio il più possibile ermetico, poichè, alla fine della fiera, si tratta di una cottura degli spaghetti praticamente a vapore.
Mettete qualche cucchiaio d'olio sul fondo della padella con uno spicchio d'aglio, ed i pomodorini freschi tagliati a pezzetti, aggiungete un trito delle erbe aromatiche che preferite (io adoro sentire il sapore fresco della menta e della maggiorana e "on the top" il basilico, che aggiungo anche a fresco), salate (ed eventualmente "peperoncinate" o pepate a piacere) e ricoprite con un primo strato di spaghetti, su cui aggiungerete altri pomodorini e spaghetti, fino ad esaurimento degli ingredienti. 
Coprite a filo con un pò d'acqua ed incoperchiate. 
Fate cuocere per qualche minuto a fiamma vicace. 
Non appena gli spaghetti si saranno ammorbiditi un pò, rigirateli accuratamente e abbassate un pò la fiamma. Per i tempi di cottura dovrete considerare praticamente il doppio rispetto ai tempi di cottura tradizionale, ovvero rispetto a quelli indicati normalmente sulle confezioni di pasta che si acquistano. 
Continuate a girare spesso durante la cottura e se necessario aggiungete qualche altro cucchiaio d'acqua tiepida, ma sempre poca per volta senza eccedere, gli spaghetti non dovranno risultare mai "bruciacchiati, ma nemmeno troppo acquosi. 
Con questa cottura praticamente cuoceranno assorbendo il liquido di cottura necessario dai pomodori! 
A fine cottura risulteranno oserei dire molto più "cremosi" rispetto al solito, che non vuol affatto dire scotti eh, perchè non avranno rilasciato l'amido nell'acqua di cottura, ma lo conserveranno al loro interno ed inoltre avranno assorbito tutti "i succhi" del pomodoro... vedrete che bontà. 
Non è facile postare i sapori sapete e descrivere i gusti, anche perchè son soggettivi, insomma vi tocca cimentarvi, perchè "sti 2 spaghi" sono proprio da assaggiare!

Suggerimenti:
Consiglio per la vostra prima preparazione, di utilizzare spaghetti non troppo spessi, (numero 3) almeno la prima volta che provate, altrimenti rischiate di bruciarli, poi una volta "interiorizzato il metodo"... 
Via ai vostri esperimenti.
Fatemi sapere cosa ne pensate perché sono curiosa! 
E per ora:
Buon appetito.

3 commenti:

  1. Noi abbiamo cucinato dei fusilli allo stesso modo, buonissimi, si fa la pasta risottata insomma, vale cioè il procedimento simile alla preparazione del risotto. Ci hai messo molta curiosità e proveremo con gli spaghetti, un formato di pasta che piace tantissimo sia a me che a Luca e poi quelle erbette aromatiche ce le abbiamo tutte belle fresche nel nostro terrazzo-giardino!
    Baci e Buona Pasqua da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  2. ci provo anche io! sono assolutamente pasta dipendente!

    RispondiElimina
  3. Mi ha incuriosito moltissimo questa preparazione!!!La prossima pasta la faccio così!!!Bella e pure buona, il chè non guasta mai ;P!!!

    RispondiElimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF