mercoledì 15 gennaio 2014

Angelica salata con Lievito Madre


Caspiterina, sono incorreggibile!
Il primo post dell'anno e parto già in ritardo... 
Ridendo e scherzando siamo già alla seconda metà di gennaio ed io sono già al mio quinto anno di blogging! WOW!
Per prima cosa un doveroso e sincero grazie a tutti voi per i bellissimi auguri e messaggi che mi avete lasciato e mi lasciate sempre in questo mio piccolo spazio. Grazie davvero.  
Come avete iniziato questo 2014?
Spero con buoni auspici e con tante belle e stimolanti novità come vi avevo augurato nell'ultimo post del 2013.

Anche se la propongo solo ora, questa ricetta in realtà l'ho realizzata durante le feste natalizie.
Precisamente ad una cena di amici, dove ognuno portava qualcosa e devo dire che è stata davvero apprezzatissima.
Spero che piaccia anche a voi.
L'angelica salata è una sorta di panbrioches ma in versione rustica, che potete gustare come antipasto o servire come "pane importante" o ancora prepararla per un pic-nic nella bella stagione.
Insomma fatela e non ve ne pentirete.
E' versatile perché potete variare il ripieno secondo i vostri gusti, ed è molto gustosa.

Ingredienti:
400 g di farina tipo 0
100 g di farina di farro integrale macinata a pietra (direttamente dal Mulino della mia cara amica Oretta!)
100 g di Lievito Madre già rinfrescato
(oppure 7-8 g di lievito di birra fresco o 2-3 gr di lievito di birra secco/liofilizzato)
150-160 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di sciroppo di malto, d'orzo
100 ml latte tiepido
2 cucchiaini di sale fino
1 uovo intero
60 g di olio extra vergine di oliva

Per il ripieno:
60 g di pistacchi sgusciati
100 g di pancetta tagliata a cubetti (o altro salume a piacere)
100 g di gruviera o sbrinz (o altro formaggio a vostro piacere)

Procedimento:
Spezzettate in una ciotola abbastanza capiente il Lievito madre e scioglietelo bene in 150 ml di acqua tiepida in cui avrete sciolto un cucchiaino di sciroppo di malto d'orzo. Aggiungete poco per volta le farine ben setacciate, mescolando sommariamente con una forchetta. Ora in un altro contenitore, sgusciate l'uovo sbattetelo bene e unitelo all'olio e al latte mescolando con cura. Versatelo sopra le farine ed il lievito e da ultimo unite il sale impastando bene prima con la forchetta e poi passate sulla spianatoia lavorando per una decina di minuti l'impasto fino a che sia ben liscio ed omogeneo.
Formate una palla e dopo aver ben oliato una ciotola, ponetevi l'impasto a lievitare in un luogo tiepido ben coperto e riparato da correnti d'aria fino al suo raddoppio. Trascorso questo tempo stendete l'impasto con un mattarello a formare un rettangolo, come la foto qui sotto e disponetevi sopra il ripieno. Arrotolatelo ben stretto nel senso della lunghezza a formare un salsicciotto e poi tagliatelo trasversalmente nel senso della lunghezza. Intrecciate le due metà con il taglio rivolto verso l'alto e ponete l'angelica in una tortiera a ciambella a ri-lievitare.

Spennellate ora la superficie dell'angelica con un tuorlo d'uovo sbattuto con un po' di latte oppure con un uovo intero ed infornate a 180°C per 35-40 minuti o comunque fino a quando l'angelica risulterà dorata così:
Tagliate, servite, gustate e buon appetito a voi e ai vostri commensali.

NOTE:

Da quando ho il lievito madre ho quasi dimenticato l'uso di quello di birra, ma semplicemente perchè dovendolo rinfrescare ogni 4-5 giorni, mi viene assolutamente naturale usarlo ovviamente. 
In ogni caso chiedo scusa ai lettori che me lo segnalano, se spesso mi scordo di scrivere nelle mie ricette dei lievitati la correzione per chi utilizza il lievito di birra. 

Segnalo un link che penso sia utile non solo per le mie ricette, ma anche per altre ricette che usano il lievito madre. Se volete convertirlo in lievito di birra fresco o secco, basta inserire tutti i dati richiesti dalla ricetta a questo link.

Un caro saluto a tutti, e arrivederci alla prossima ricetta.



 


35 commenti:

  1. Non conoscevo l'angelica, ma adesso che l'ho vista mi piace da matti. Poichè non ho il lievito madre, proverò a farla con il lievito di birra. Che goduria!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, davvero non la conoscevi? Nemmeno la versione dolce? Strano :P
      In ogni caso se vuoi provarci ho anche corretto il post, segnalando la quantità di lievito di birra che devi utilizzare! Un bacio enorme per tre, a presto!

      Elimina
  2. L'avrei apprezzata anch'io, penso che sia stata davvero ottima!
    Tantissimi auguri cara Any, per un 2014 pieno di cose buone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara dolce Any, e tantissimi auguri di buon anno anche a te!

      Elimina
  3. Sorellina, ancora una volta possiamo darci la mano eh? Neanche ci fossimo messe d’accordo, ieri io oggi tu :) Ma che poi a pensarci bene…in ritardo per cosa? Mica c’era una scadenza per il primo post dell’anno o sbaglio ;)? Meno male però che questa bella trecciona è saltata fuori dal tuo cilindro. Ci credo eccome che sia stata apprezzatissima, anzi scommetterei ad occhi chiusi che è stata anche una delle prime cose a sparire dalla tavola :D!
    Ho fatto una sola volta l’angelica in versione dolce ma risale ormai alla notte dei tempi. Un bel revival in veste salata mi sconfinfera alla grande e sarebbe una gustosa sorpresa per la prossima visita dei miei. Un bacione sorellina, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fe fè, c'è poco da fare, se c'è sintonia c'è... e non siamo mica sorelline per niente! E se la provi poi fammi sapere il giudizio della tua mamy, sono curiosa :P un bacio enorme <3

      Elimina
  4. ciao, è un piacere per me conoscerti. amo cucinare e ancora di piu' mangiare...sabato farò assolutamente la tua angelica salata....tra tutte è quella che mi piace di più.... mi dici per cortesia quanto lievito di birra devo mettere, :(( purtroppo non ho il lievito madre. grazieeeee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao "anonimo" qual' è il tuo nome?
      Mi spiace che tu non ti sia firmato/a, magari fallo la prossima volta almeno so come "chiamarti" ;)
      E' vero spesso scordo di scrivere la conversione con il lievito di birra, grazie del suggerimento, ora ho corretto il post così anche chi come te non ha il lievito madre può cimentarsi! A presto

      Elimina
    2. ciao, scusa sono Lilly!! non mi ero resa conto di non aver messo il mio nome. Grazie per la risposta, ti rinnovo i complimenti!!

      Elimina
  5. Non sei assolutamente in ritardo,per tutto gennaio abbiamo tempo per scambiarci gli auguri!E allora augurissimi dolce Any,che sia un anno ricco e pieno di tutto ciò che desideri!Per ora io mi accontenterei di una fetta della tua angelica,che con il ripieno di pistacchi insieme alle altre bontà,la rende irresistibile!Un abbraccio cara e grazie per questa meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Damiana tu sei sempre troppo gentile! Buon anno anche a te stellina, è sempre bello per me ritrovare tante care amiche come te! Che la tua solare radiosità accompagni il nuovo anno e ti regali mille cose belle! Un abbraccio Damiana, a presto!
      P.S. Lo sai che quest'anno oltre al mio limoncello ho fatto anche la crema con la tua ricetta???
      Vista e non vista è andata a ruba!!! Eh, eh, non avevo dubbi e gli amici, mi hanno fatto tanti complimenti! Grazie di <3 TVB

      Elimina
  6. Ne ho una salvata da fare quanto prima.. troppo bella da vedere e gustosa da mangiare! hai fatto bene a postarla! Tanti auguri anche a te.. che sia un meraviglioso anno!!! Ti abbraccio:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia, ricambio gli auguri e grazie! A presto!

      Elimina
  7. bellissima, brava morbida e golosa per accompagnare qualsiasi piatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, sì io che amo i rustici la mangerei anche al posto del pane... solo che qui il giro vita... chiede pietà ;) A presto!

      Elimina
  8. bellissima e gustosissima!!!!!!!!! la voglio fare ma non avendo Lievito madre quanto ne devo usare di birra?
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice grazie, hai ragione, ho corretto il post, così anche chi non ha il lievito madre la può fare!
      Un abbraccio a prest!
      Ciao!

      Elimina
  9. Ciao!!! Come stai????
    Io sono in ritardo con tutto, gli auguri di buone feste di buon anno...mannaggia...vanno bene anche adesso??? ;-)
    Che meraviglia questa brioche salata, oltre che bella da presentare immagino quanto buona!!!!
    Devo fare sto benedetto LM, non ne posso più di soffrire e leggere delle vostre bellissime ricette e non averlo a casa per poterle fare....uffaaaa....
    Ti abbraccio forte forte e ti auguro uno splendido anno!!
    ...urca mi dimenticavo!! Auguri per il blog, cavolo!! 5 anni!!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Roberta, ma certo che vanno bene, gli auguri sono sempre graditi, anzi grazie!
      Siamo sempre tutte perennemente di corsa, mi sa che siamo tutte nella stessa barca: divise tra lavoro, figli, e mille altri impegni tra cui il blog da curare! Per cui stai serena! E' sempre un grande piacere rileggerti, peccato che siamo lontane altrimenti un pezzetto di lievito madre te lo donavo davvero volentieri! Comunque puoi sempre chiederlo a qualche spacciatore! Nella barra laterale qui sul blog trovi un vasetto con su scritto "io spaccio" se ci clikki sopra si apre una mappa con gli spacciatori in tutta Italia. Cercane uno vicino a te, contattalo e te lo donerà volentieri!
      Un grandissimo abbraccio, grazie di tutto e tantissimi auguri di buon anno anche a te e chissà che quest'anno non sia quello buono per incontrarci anche dal vero???
      A presto ^__^ Any

      Elimina
  10. Prati verdi, gemme, passerotti, cielo azzurro e cestino da picnic, un po' presto??? Mi hai dato spunto ed ora... sogno :)
    Fantastica la tua angelica salata, una vera ghiottoneria!!!
    Un bacione tesoro, a prestissimo!!!!!! Tvbtttttttt <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lory, primavera... non farmici pensare... almeno oggi un raggio di sole c'era ;)
      In ogni caso per come mi vola il tempo, manca poco alla primavera, vedrai come vola... e noi speriamo di vederci prima, vero? :P Un bacio e un abbraccio strettissimi!

      Elimina
  11. Bellissima questa ciambella salata!! Mi viene voglia di impastare!
    Tanti auguri a te e al tuo blog!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Renza grazie! La prossima che farò io invece sarà la tua torta girasole agli spinaci! Mi ha stregato! ;)
      Un abbraccio a presto

      Elimina
  12. Adoro i lievitati... il tuo oltre ad essere bellissimo deve anche essere super gustoso! Provo la tua ricetta alla prima occasione.. ;) Un abbraccio e a presto! Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, a chi lo dici, i lievitati soprattutto salati, sono la mia passione, grazie per la fiducia!
      Se la provi fammi sapere!
      Un abbraccio anche a te a presto!

      Elimina
  13. Ma che bella questa angelica, complimenti! Inoltre la spiegazione è molto chiara e dettagliata, bravissima. E complimenti per il bel blog :-)

    RispondiElimina
  14. a dire il vero ero rimasto alla versione dolce però devo dire che sono molto curioso di questa versione salata pancetta e pistacchio danno una bella sperzata di gusto, sei bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì Gunther, quella originale è delle sorelle Simili, ma da brava amante dei rustici ho subito pensato ad una versione salata ;) provala è davvero buona anche se molto ricca! A presto ^__^

      Elimina
  15. Bentornata e buon anno :D E sei tornata alla grande. Adoro l'angelica salata e ultimamente l'ho fatta anche io col mio alfonsino. E' bella la tua versione con i pistacchi. La devo ripreparare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì cara Paola, ogni scusa è buona e poi visto che bisogna rinfrescare... tanto vale farci qualcosa di buono, no? Un bacio e grazie!

      Elimina
  16. non sai quanto mi attira (io preferisco il salato al dolce)! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  17. Ana grazie benvenuta, felice che ti sia piaciuta ^__^ a presto!

    RispondiElimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF