mercoledì 27 aprile 2011

La tenerezza dei cestini-pulcini...

Ciò che mi ha subito conquistata di questi cestinetti è stata di certo la tenerezza :x che ispirano!
Un'idea originalissima :) per il pranzo pasquale, mi son detta!!!
Essendoci due bimbi a tavola il giorno di Pasqua ho pensato che dovevo assolutamente realizzarli per loro...
(ehm, e va bene dai, mi avete sgamata :p, non solo per loro)
in ogni caso... visti e copiati... a modo mio!
Lo spunto mi è giunto tramite la newsletter di Giallozafferano cui sono abbonata e più precisamente da qui.
Ho solo studiato un modo per non realizzare i cestini con patatine fritte, come suggerito dalla ricetta originale (primo perchè con tutte le portate che avevamo non saremmo arrivati vivi fino alla fine del menù ed in secondo luogo, perchè proprio non avevo l'attrezzo richiesto per realizzarli...)



Per cui.... leggero cambio di programma e guardate che cosa mi sono inventata:


Ingredienti: (per 8 piccoli nidi) 
2 grosse patate
1 uovo di gallina
12 uova di quaglia
insalatina mista
olive nere (frammenti per gli occhietti)
1 carota (frammenti per il becco)
1 pizzico di maionese
sale qb
2 rametti di timo fresco


Procedimento:
Lavate e sbucciate per bene le patate e grattugiatele a julienne con la apposita grattugia. Sbattete l'uovo di gallina regolando di sale e unitelo alle patate, facendo una sorta di frittatina (io ho aggiunto del timo fresco sminuzzato che potete anche omettere se non vi piace o sostituire con altre erbe aromatiche). Ho poi foderato con le patate degli stampini tondi in silicone (quelli da muffin per intenderci) dando la forma di nido e ho infornato a 180°C per un quarto d'ora circa, in forno ventilato (regolatevi col vostro forno guardando che siano cotti).
Mentre lasciate raffreddare i cestini cuocete le uova di quaglia (bastano 5 minuti per averle sode). Sbucciatele delicatamente. Di alcune ho usato solo i tuorli sodi per dar la forma al corpo del pulcino, incollando corpo e testa con un goccio di maionese (non ho usato la carota come diceva su Giallo Zafferano perchè mi si rompeva il tuorlo!)
Poi, con santa pazienza (lavoro da biologa ;) direbbe la mamma), fate gli occhietti ed il becco rispettivamente con le olive nere e la carota.
Infine allestite i nidi mettendo sotto l'insalatina e gli albumi sodi avanzati sbriciolati e sopra le uova o i pulcini.
In alcuni ho messo solo l'uovo sodo in altri solo i pulcini, ma se vi stanno potete sistemarli anche entrambi nello stesso cestino!
Insomma vedete voi!
Questo è un altro dei miei pulcini pio pio nel cestino:

non è dolcissimo? Spiaceva quasi mangiarlo!

Spero di cuore che abbiate trascorso anche voi una Pasqua serena!
Vi lascio alcune foto della mia tavolata e la copia del menù, che preparo per gli ospiti ogni volta che viene qualcuno da noi, e accompagna da sempre i nostri "banchetti"!
Mi piace troppo curare ogni particolare anche della tavola!! 
Credo che l'accoglienza si percepisca anche attraverso questi piccoli gesti!  

La tavola di Pasqua di casa Any

La candelina col segnaposto

Una copia del mio menù di Pasqua



Date pure una sbirciatina al menù se siete curiosi (cliccate per ingrandire l'immagine), perchè troverete un sacco di ricette che ho fatto e che ovviamente pubblicherò con calma nei prossimi giorni!
Un abbraccio a tutti voi!
Alla prossima ricetta!
:-*

Aggiornamento:

Su esplicita richiesta di Vicky, con vero piacere con questa ricetta partecipo al suo contest TWO GUST IS MEGL CHE ONE


Ed eccovi il banner:





il contest è organizzato anche da Tina.
Grazie ragazze e in bocca al lupo!

 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF