giovedì 4 febbraio 2016

Liquore al melograno


Mi piace tanto il melograno è un frutto bellissimo, con un non so che di materno! 
Tutti quei preziosi rubini racchiusi al suo interno, mi fanno pensare al ventre di una mamma che custodisce i suoi tesori.
Per Natale avevo comprato due bellissimi melograni, l'intenzione era di usarli per preparare qualcosa di carino, ma finite le feste sono rimasti lì intonsi. E così alla fine la festa gliel'ho fatta io...


Ingredienti:
2 melograni (una volta puliti i miei chicchi pesavano 700 grammi)
600 gr di alcool (comunque almeno sufficiente a coprire bene tutti i chicchi)
Per lo sciroppo:
600 gr di acqua
350 gr di zucchero



Procedimento:
Per prima cosa sbucciate bene i melograni. Io ho trovato un video bellissimo che vi linko qui, guardatelo! 
Per me è stato illuminante finalmente non farò più casini per sbucciarli.... "Scalottateli" leggermente per scoprire dove sono disposte le membrane bianche interne e poi "seguitele" incidendone leggermente la buccia in corrispondenza delle membrane bianche interne. Ora aprite delicatamente ciascuno spicchio, togliendo le membrane bianche e separate tutti i chicchi ponendoli in una ciotola piena di acqua fredda. Le piccole parti bianche rimaste ancora attaccate ai chicchi verranno a galla, mentre i chicchi staranno sul fondo. Sciacquateli bene e poneteli in una brocca di vetro dal fondo capiente (quelle da cocktail vanno benissimo) e copriteli per bene con l'alcol. Sigillate accuratamente l'imboccatura con pellicola in modo che l'alcol non evapori, coprite anche con carta stagnola e lasciate riposare in luogo buio fresco ed asciutto. Io ho lasciato a macerare per un mese. Tutti i chicchi erano diventati pallidi quasi bianchi. Filtrate quindi l'alcool ed unitelo allo sciroppo ben raffreddato così preparato:

Per lo sciroppo:
Portate a bollore l'acqua con lo zucchero finchè sia ben sciolto. Lasciatelo raffreddare ed infine unitelo all'alcol mescolando bene. Imbottigliate e gustate. Ovviamente se il liquore riposa si assesterà acquistando un sapore migliore. Noi l'abbiamo assaggiato subito perchè ero troppo curiosa di capire che gusto avesse visto che era la prima volta che lo facevo. Mi è piaciuto davvero molto e sono certa che lo rifarò, magari il prossimo anno un pò prima di Natale, così potrò anche regalarlo agli amici.

NOTE PERSONALI:
Il bellissimo colore di questo liquore come pure il suo basso grado alcolico è particolarmente femminile, per cui possiamo dedicarcelo mie care lettrici?
E' dolce e davvero buono provatelo e non vi deluderà!

Per chi vorrà, arrivederci alla prossima ricetta.







6 commenti:

  1. Vabbè, ma che poesia stella... che poesia... un bicchierino di romanticismo. <3 <3 Bellissimo. Anche io amo il melograno sai.. mi ricorda i rubini e mi da l'idea di un frutto incantato :) Tu l'hai reso davvero tale!! Un abbraccio tvb

    RispondiElimina
  2. Ely, sei sempre tanto cara! Ti dono una manciata di quei preziosi rubini che ci piacciono tanto e un abbraccio tanto stretto solo per te!

    RispondiElimina
  3. Ma che bel colore!! Any Any dalle manine d'oro doni sempre preziose idee... ora tocca cercare un melograno :) subitooooooo!!!
    Un bacione carissima, ci sentiamo in settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara dolce Lory, te lo farò assaggiare presto! Felice di averti sentita! Ti abbraccio forte Any

      Elimina
  4. mi piace tanto questa tua idea di fare il liquore al melograno!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, l'idea in realtà l'ho un pò "rubata" a Teresa di "Peperoni e Patate", ho solo leggermente modificato le dosi!
      Un abbraccio a te a presto

      Elimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF