venerdì 13 settembre 2013

Gnocchi di pane alle ortiche ed una piccola Rivelazione...


La prima ad essere attonita ed incredula vi assicuro sono io...
Qualcuno deve essersi sbagliato, ma non potevo non cominciare questo post con una nota di "spocchiosa vanagloria" proprio qui in cima al post ^__^

Ecco l'ho detto, sapete che c'è? 
Sono finita tra i dieci finalisti candidati in nomination:
come Miglior Rivelazione Foodblogger del Macchianera Food Awards 2013 (alla sezione numero 3) e non chiedetemi come, perchè lo giuro non lo so. 
Mica lo sapevo eh, che io sono "l'antisocial" fatta persona, parlando di SOCIAL-NETWORK ovviamente, perchè nella "vita vera" invece sono molto sociale, anzi forse pure troppo! 
Insomma è da un pò pare che sono uscite queste nomination, ma io non ne sapevo proprio niente. Sapete come l'ho scoperto? 
Ehm, ehm, Shhhhhhhhhh... 
...Ho avuto una soffiata! :P
Già, dalla dolcissima calimerina della rete, sì sì proprio lei, la mia sisterina!
Sono subito corsa a controllare... 
Miglior rivelazione?? Ne siete proprio sicuri? Bah...
Misericordia, mi sono detta, sembra incredibile vero? 
Che in mezzo a tanti nomi famosissimi della rete ci sia anche il mio piccolo blogghino! 
Eppure è tutto vero potete leggerlo qui
Insomma concedetemela un pò di vanagloria, come potrei non esserne orgogliosa?  
E siccome sono stata nominata, adesso "mi allargo pure" e vi chiedo anche il voto! Ecco, volete mandarmi in finale?
A questo punto, potrei anche vincere??? 
Se volete fino a giovedì 19 settembre avete ancora un pò di tempo per votare
Dovrete compilare la scheda ed esprimere le vostre preferenze in almeno 4 delle sezioni presenti alle varie nomination.
Tutte le istruzioni comunque le potete trovarle qui.
E adesso torniamo con i piedini per terra, che oggi devo raccontarvi di una ricetta assai curiosa.

Ricetta curiosa ed anche originale direi. Mi piace parecchio utilizzare questa comunissima ed ubiquitaria erba spontanea: 

l'ortica, che va però raccolta possibilmente in zone lontane dall'inquinamento cittadino, sebbene si possa trovare anche sul ciglio della strada.

Io ed il mio piccolo aiutante, muniti di guanti in lattice l'abbiamo raccolta in montagna, nei prati attorno alla nostra casina. 

L'ortica è nota per il suo potere urticante, ma se viene appena sbollentata, e basta un solo minuto, perde completamente il suo potere urticante, ma non le sue benefiche proprietà nutrizionali. Ricca di ferro, vitamina C, silicio, potassio e numerosi altri sali minerali, ha un elevato potere depurativo e digestivo.  
A me in verità, piace moltissimo il suo sapore.
Potete utilizzarla non solo per fare questi gnocchi, ma anche in minestra, per farci un risotto, oppure una frittata, è davvero deliziosa.
Vediamo cosa occorre per fare questi gnocchi. 

Ingredienti:
500 gr di pane di grattugiato grossolanamente
3 bicchieri di latte
250 gr di ortiche
mezza cipolla tritata
50 gr di burro
3 uova
50 gr di toma piemontese

farina q.b
parmigiano q.b.
pepe e sale q.b.
burro q.b.  
3 foglie di salvia per condire


Procedimento:

Dopo aver raccolto l'ortica in un luogo sicuro, lontano da possibili fonti di inquinamento, pulitela e lavatela accuratamente. Successivamente la metterete in una padella con mezza cipolla tritata e il burro facendola stufare per un paio di minuti. In una ciotola capiente mettete il pane che bagnerete con tre bicchieri di latte, unite quindi le uova, il parmigiano, la toma a pezzi piccoli e le ortiche tritate.

Impastate il tutto aggiungendo poca farina se necessaria e lavorate il composto ricavando un normale impasto da gnocchi.

Una volta formati tuffateli in abbondante acqua bollente salata, fateli cuocere finchè verranno a galla e poi ripassateli in padella conditi con burro e salvia per far esaltare il sapore di ortica, altrimenti condite a vostro piacere, come altri tipi di gnocchi.


Di questa ricetta vi lascio anche il video.

Questa infatti è stata l'ultima delle tre ricette che ho presentato in trasmissione a Quel che passa il Convento.

Come promesso, anche se dopo quasi 6 mesi dalla messa in onda della puntata (mamma se sono scandalosa!) vi lascio anche il mio ultimo video:


come sempre per chi avesse ancora il piacere di leggermi, l'appuntamento è alla prossima ricetta!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF