martedì 6 marzo 2012

Identità golose 2012... "solo" un mese dopo!

 
Tempismo perfetto, vero???
Emh ehm...
E' passato già un mese... un mese esatto proprio oggi!
A mia discolpa potrei dire: meglio tardi che mai!
A dire il vero scrivo solo ora un pò per scelta, perchè volevo far decantare tutte le emozioni provate, ma un pò anche perchè le cose da fare sono sempre così tante, che io mi perdo e non riesco mai a starci dietro come vorrei!
E il tempo per scrivere in questo mio spazio, alla fine è risicato! 
Per cominciare passo subito ai ringraziamenti, che non voglio tralasciare. 
Lo so, avete ragione solitamente si fanno in coda, ma oramai lo sapete che son pazzerella e faccio sempre un pò come mi va! Dunque li faccio subito! 
Il mio primo grazie va di certo ad Elisa Pella, che quest'anno ho finalmente avuto il piacere di conoscere personalmente, dopo numerosi scambi solo virtuali, e senza il cui invito non avrei potuto presenziare anche a questa edizione di IDENTITA' GOLOSE 2012!
Un altro sentito grazie va a due "FOODIE-STAR", che ho avuto l'onore ed il piacere di conoscere quest'anno, grazie a Marta che me le ha presentate! 
Ovvero: Anna The Nice e Morena di Menta e Cioccolato
Impressioni "al brucio": non solo bravissime food-blogger, due bellissime persone!
Ovviamente non potevo credere d'esser faccia a faccia con loro, ma credetemi è stato così (ancora non ci credo!!!) sebbene alla fine, siamo state insieme solo per poche ore!
Anna: solare, esplosiva, frizzante, un turbine d'allegria e vitalità e Morena, dolcissima, riservata, di una disponibilità ed umiltà quasi disarmanti! 
Non vi dico con che calore e semplicità, m'hanno subito accolta e fatta sentire "come a casa", sebbene per loro fossi ovviamente solo una perfetta sconosciuta! 
Il mio grazie davvero di cuore ragazze, rinnovato anche qui!
Ed ora veniamo al resoconto, o meglio dovrei dire alle mie personali impressioni su questa edizione di IDENTITA' GOLOSE 2012!
Molto, forse tutto è stato già scritto.

Di tutto e di più, vuoi perchè è già passato un mese, vuoi perchè ognuno ne ha raccontato la sua versione dei fatti. Come è giusto che sia!
Qui leggerete solo le mie personalissime impressioni sull'evento.
Le sensazioni raccolte da un'amante del buon cibo, curiosa di sperimentare nuovi sapori, ma soprattutto orgogliosa dei nostri prodotti alimentari e delle nostre tradizioni italiane!
Tutto ciò tuttavia, senza alcuna prestesa da parte mia di volersi ergere a giudice degli eventi, tanto meno con aria di presunta competenza in tema di "food", che per altro non ho!
Solo... semplici sensazioni e a questo punto, nemmeno troppo a caldo!
Il primo impatto entrando a IDENTITA' GOLOSE?
Avete presente un bimbo all'ingresso di un Luna Park? 
Ecco più o meno così... catapultati in un mondo magico, con un misto di senso di stupore e smarrimento in mezzo a tanta magnificienza di cibo, chef stellati e stellatissimi, cuochi e stand a tema! 
Un pò ci si sente travolti, e forse anche storditi dai numerosi stand, dagli espositori, ricchi di eccellenti prodotti, dai vini, al culatello, alla Pizza di Petra preparata con lievito madre, per citarne solo alcuni!
Ma anche dai profumi, dai colori e dalla folla circostante non sempre anonima, che ti distrae non poco... 
come quando ti vedi passare accanto, a meno di mezzo metro Oldani in persona!!!!
Per poco mi pareva di svenire e ti chiedi... ma è lui??? Davvero lui??? 
e quasi la mano ti trema nel fargli una foto! 
Ma gliel'ho fatta, però eh, gliel'ho fatta ed eccolo qui:


Salvo poi scoprire, da chi l'ha conosciuto personalmente, che alla fin fine non è poi questo grande sostenitore della "Cucina Povera" che tanto mi piace!
Mi fate decadere un altro mito??
E va bè forse anche a questo serve IG! 
Però, però... insomma diciamocelo, a parte le conferenze e i grandi incontri con gli chef, l'opportunità ed il piacere dell'assaggio di prodotti piacevolissimi della nostra tradizione è mica trascurabile!
Se mentre passeggiate curiosi tra gli stand, vi invitassero a degustare "il vero Carnaroli 
mantecato al caprino erborinato con riduzione al balsamico", voi che fareste??
Oppure una deliziosa purè di fave verdi preparata con antica ricetta tipica della Sicilia, accompagnata da un olio eccelso che ne esalta sapientemente il sapore, o ancora un culatello ed un prosciutto crudo di Parma tagliato a mano, di cui ancora conservo la memoria del profumo...


Ecco, appunto, non si può chiaramente resistere, nè declinare l'offerta..
e le mie papille hanno ringraziato di cotante eccellenti degustazioni concentrate in un solo giorno!
Un'altra bellissima e singolare esperienza a cui ho avuto il piacere di partecipare è stata Pasta per gli Alieni, organizzata da Pastificio dei Campi di Gragnano, che ha pensato di "raccontare la pasta" ai marziani attraverso un documentario-film realizzato grazie ad alcuni dei migliori chef della Penisola sorrentina, come potete vedere qui!
Un bellissimo ed originale viaggio alla scoperta di questo preziosissimo cibo tutto italiano: la pasta, di cui forse dovremmo più spesso valorizzare le peculiari caratteristiche, prediligedo nelle nostre scelte sempre e comunque la qualità!
Non vi dico il meraviglioso profumo di basilico che si è sprigionato in sala, durante la preparazione in diretta di questi spaghetti al pomodoro:


Vi assicuro: non solo profumatissimi, deliziosi!
Il segreto?
Forse come ha giustamente ricordato Iaccarino, non è solo questione di semplicità, ma di qualità degli ingredienti che si scelgono, anche solo per fare due semplicissimi spaghetti al pomodoro!
La qualità della pasta ovviamente in primis!

Lo chef torinese Scabin

Ed infine vi lascio ancora qualche scatto, perchè a questo punto non ci resta altro, se non aspettare IDENTITA' GOLOSE 2013!


La pizza di Petra con lievito madre

Assaggi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF