venerdì 24 giugno 2011

Calamari ripieni


Mi sono accorta di aver pubblicato davvero pochissime ricette col pesce.
"Strano" mi son detta. Eppure lo cucino spessissimo. 
E' che la maggior parte delle volte sono ricette semplicissime, non certo piatti elaborati, e mi sembra sempre che non siano degne di nota! 

Questa volta invece questi calamari mi hanno davvero sorpresa per il loro buon sapore, ero proprio soddisfatta della loro buona riuscita e siccome questa volta la ricetta (inventata!è stata un pò più elaborata (oh che parolone, dai non esageriamo, sono solo ripieni e dunque finalmente poverini, li ho considerati, ^_______^ degni di nota! Tutto qui!) 
In ogni caso eccoveli i miei calamari ripieni:


Ingredienti: (dosi per 3 persone)
6 calamari ben puliti
1 manciata di olive nere denocciolate
1 manciata di capperi di pantelleria
1 manciata di pinoli
qualche acciuga
pecorino grattugiato
1 uovo
pangrattato qb
abbondante prezzemolo tritato
5 foglie di menta fresca tritate
la scorza grattugiata di un limone non trattato
1 bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio d'aglio
3 cucchiai d'olio E.V.O.
1 pizzico di peperoncino e/o zenzero (se vi piace)
sale qb (io ho usato il Fleur de sel)

Procedimento:
Separate i tentacoli del calamaro e tagliateli a pezzettini. 
Fateli soffriggere a fuoco basso per qualche minuto, con uno spicchio d'aglio, 3 cucchiai d'olio e le acciughe, stemperandole con qualche cucchiaio d'acqua. 
Aggiungete i tentacoli lasciandoli stufare un paio di minuti e poi spegnete. Togliete dal fuoco lasciateli intiepidire e poi frullateli con l'aiuto di un mixer. 
Tritate intanto le olive, i capperi e la menta fresca e aggiungetevi il pecorino grattugiato, il prezzemolo tritato, i pinoli e la scorza grattugiata del limone, regolando di sale ed aggiungendo (se lo gradite) un pizzico di peperoncino e/o zenzero. 
Unite ora i tentacoli frullati e aggiungete l'uovo fino ad avere un composto ben amalgamato. Aggiungete infine un pò di pangrattato fino ad ottenere una consistenza molto morbida, ma non appiccicosa. Con l'aiuto di un cucchiaio, riempite i calamari per metà (non fateli troppo pieni, perchè in cottura si gonfiano ed ... esplodono! Davvero!) e poi chiudeteli con uno stecchino. 
Fateli rosolare (aggiungendo se necessario un pò d'acqua) nella stessa padella in cui avete cotto i tentacoli, per una decina di minuti (finchè li vedrete gonfiarsi) e a metà cottura sfumateli col vino bianco. Impiattate e servite!

AVVERTENZA:
NON ANDRANNO COTTI TROPPO (regola che in generale vale per tutto il pesce) ALTRIMENTI RISULTERANNO GOMMOSI.

Oramai chi mi segue da un pò, sa che le foto non sono certo il mio forte, non ho avuto tempo d'allestire un set fotografico e sinceramente nemmeno ne ho avuto voglia... 
Per cui ve li presento così semplici semplici: eccoli qui, questa è la foto del mio piatto, poco prima di finire nello stomachino affamato!

Dunque scusatemi, ma stavolta va così: 
nessun fronzolo, nè sfondo e impiattamento, solo loro I CALAMARI! 
A noi sono piaciuti un sacco! Li rifarò!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF