domenica 10 ottobre 2010

Filetto all'uva e speck


Finalmente!!!
Già, ci voleva proprio una bella domenica di riposo in una data così speciale 10-10-2010 per farmi tornare a scrivere su queste pagine, in questo mio spazietto divenutomi così caro...


Le cose che vorrei raccontarvi sono così tante, che non so da dove cominciare, continuo ad avere problemi col feed del mio blog, che non vuol PROPRIO saperne di aggiornarsi (e ancora non capisco il perchè, anzi se qualcuno che passa di qui legge ed ha voglia di darmi qualche dritta ne sarei molto lieta!
Tanto per gradire ho avuto anche problemi di connessione, insomma avrete capito che io ed il PC non andiamo proprio tanto d'accordo! Non che in altri periodi sia tanto meglio, ma comunque...
Va bè, andiamo oltre! Ridendo e scherzando siamo già giunti ad ottobre inoltrato, qui in Piemonte è ora di vendemmia e l'uva la fa da padrona, per cui ho deciso di postarvi questa bella ricettina, proprio in tema autunnale!


Ingredienti:
1 kg di filetto di maiale sceltissimo (io SOLO dal mio macellaio di fiducia!)
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 paio di fette di speck
1 manciata di chicchi d'uva bianca e nera
olio, sale e pepe qb

Procedimento:
Mettere il filetto ben unto con olio extra-vergine d'oliva in una pirofila da forno con uno spicchio d'aglio e un rametto di rosmarino e lasciare sigillare la carne in forno per 15 minuti a 180 gradi. Aprire il forno e rigirare la carne, aggiungendo il mezzo bicchiere di vino bianco, lasciare evaporare e riporre il tegame coperto in forno per altri 15 minuti.
A questo punto togliere dal forno, recuperare il fondo di cottura della carne e tenerlo da parte. Tagliare a listarelle le fettine di speck e tagliare in 2 qualche acino d'uva, far saltare il tutto in padella e a rosolatura ultimata, unire anche il fondo di cottura. A questo punto affettare la carne salare e pepare a piacere e bagnare con il sughetto, guarnendo il piatto da portata con i chicchi d'uva rimasti.


La ricetta originale (che avevo preso dalla rivista Sale e Pepe) prevedeva l'utilizzo di filetto di maiale, la prima volta che avevo provato questa ricetta mi sono attenuta e devo dire che sono rimasta davvero sorpresa dal gusto incantevole del maiale cotto al sangue  (come si vede dalle foto in mezz'ora la cottura del filetto resta tipo roastbeef).
Sinceramente prima di provarlo, non credevo che anche il maiale si potessere cuocere al sangue, chissà perchè, avevo la convinzione che la carne di maiale andasse sempre ben cotta, invece... mi sbagliavo! Vedete: c'è sempre qualcosa da imparare in cucina!!!!!
Provate e mi saprete dire...
Termino ringraziando di cuore tutte le amiche blogger che mi seguono sempre con tanto affetto, e che sono sempre così dolci e carine con me!
Una tra queste è lei, che ci regala sempre splendide immagini e ricette uniche e originali, che mi ha donato un sacco di premi, che spero di cuore di continuare a meritare.... ;)
Chi passa di qui di certo la conosce già, ma se così non fosse, vi prego andate a visitare il suo blog, perchè son certa ve ne innamorerete!
Grazie Lady Boheme, per tutti i tuoi premi per me:
 





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF