mercoledì 26 novembre 2014

Quenelle di cavolfiore


Questa ricetta nasce da un buffo ricordo di tempi che furono.
C'era una ricetta tratta da un libro per fare una dieta, la mia dieta della "Scarsdale delle teenager", che amavo particolarmente. 
Avevo 18 anni e mi vedevo grassa. Puà!

D'accordo magra non sono mai stata, ma se adesso penso a com'ero e che allora mi vedevo grassa, dico, se avessi fatto cambio con il mio corpo di oggi? Cosa avrei pensato di me? 
Beh, ecco credo che non sarei sopravvissuta alla vergogna! Ahahah!
Insomma quisquilie a parte, era solo per dirvi che questa ricetta mi ricorda un po' la gioventù, la mia voglia di mangiare sano senza mettere su chili di troppo e quella mia fissa, che ancora oggi non mi abbandona, di ritrovare piacere e sapore ogni volta che mi siedo a tavola.
Perché il cibo non è fatto solo di calorie da ingurgitare, ma è lo specchio di abitudini, cultura, ricordi, affetti e tradizioni che ci portiamo appresso, a volte senza nemmeno esserne consapevoli...
Ad onor del vero, la ricetta non era proprio così.
Non erano quenelle, ma una sorta di frittelle da cuocere in forno, ma sono passati troppi anni e perdonate le dosi non le ricordo esattamente, per cui vi ripropongo la mia versione di oggi, che è comunque molto simile.

Ingredienti:
300 gr di cavolfiore
200 gr di fiocchi di latte
1 cucchiaio di prezzemolo fresco
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
1 cucchiaino raso di zenzero
pangrattato qb
semi di sesamo per la superficie



Procedimento:
Dopo aver lavato il cavolfiore lessatelo in abbondante acqua salata per 20 minuti. Scolatelo e ponetelo in una terrina insieme ai fiocchi di latte, il prezzemolo, il parmigiano e lo zenzero. Lavorate il composto fino a che sia omogeneo, regolate di sale ed aggiungete il pangrattato in modo da ottenere un composto lavorabile non troppo appiccicoso.
Prendete due cucchiai e formate le quenelle, che disporrete su una placca  rivestita con carta da forno. 
Se vi piace cospargete la superficie delle quenelle con dei semi di sesamo.
Cuocete in forno già caldo a 180 °C fino a doratura
Nel mio forno sono bastati una ventina di minuti.
Potete servire le quenelle ancora calde accompagnate da una fresca insalatina, tiepide o a temperatura ambiente anche il giorno successivo. Saranno sempre buone.

Enjoy e buon appetito! A presto


11 commenti:

  1. belle queste quenelle di cavolfiore, sono assolutamente invitanti per me, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Elena, se le provi dimmi se ti sono piaciute! Sono ottime anche per i bimbi, mio figlio le ha divorate!
      A presto

      Elimina
  3. Buongiorno Any cara!Quanto hai ragione,i piatti che più amo sono legati senza dubbio alle mie origini,ai profumi delle mie tradizioni,a mia mamma,alla nonna;non possono prescindere dai ricordi più cari!E tra questi ci sono le frittelle di cavolfiore,certo più caloriche,ma si sa,io delle calorie tengo poco conto ahimè!Quindi guardo"felicemente"le tue quenelle,sperando di rifarle quanto prima...Grazie tesoro,un grosso bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le frittelle.... mmmmh, Damiana, tu sei tentatrice, qui si parla di diete e kg di troppo!!
      Ahahah sei sempre un tesoro!
      Ti abbraccio stretta!

      Elimina
  4. Any, stendiamo un velo pietoso su come ci vedevamo da ragazzine. ... non so quante diete assurde ho fatto perché pensavo di esser ciccetta ed ero una acciuga....va be . ..
    Ho imparato che il cibo fa bene anche al cuore, ti porta indietro nel tempo con tenerezza per i bei ricordi che rievoca 😊
    Un bacio e un abbraccio amica cara
    Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura <3 che bello leggerti!
      E sì proprio quello che pensavo io, ero magra e mi vedevo grassa, e ora potrei dire il contrario, ma mi voglio molto più bene di allora e mi accetto così come sono, proprio come il titolo del tuo blog!
      Sarà quello il segreto? Accettarsi e volersi bene anche con i propri difetti.
      Sei sempre speciale Laura, perchè scrivi e lavori con il cuore e io lo sai ti ammiro e ti stimo tantissimo!
      Ti voglio bene! Un abbraccio stretto sperando di ridartelo presto da vivo!

      Elimina
  5. che belle che sono e poi sono anche ottime per i bambini!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucy, davvero sono una leccornia per i bimbi! Mio figlio le ha divorate!

      Elimina
  6. ehi, amica, come stai? sono passta per lasciarti un saluto e un abbraccio :)

    RispondiElimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF