venerdì 31 gennaio 2014

Zuppa di cavolo nero


Ad essere sincera non amo troppo il freddo. 
Certo è che ogni stagione ha il suo fascino.
Una cosa che amo fare quando fa freddo a dire il vero c'è: sono le zuppe.
Credo sia davvero il migliore dei "comfort food" per me!
Se pensate che mangio zuppe, creme o minestre ogni sera anche d'estate... ecco credo di aver detto tutto.
Il cavolo nero non lo trovo spesso, ma se lo trovate vi consiglio di provare a farci questa zuppa e sono certa che non ve ne pentirete affatto!



Ingredienti: (dosi per 4 persone)
1/2 porro
3 patate di media grandezza
3 carote di media grandezza
2 costole di sedano
1/4 di un cavolo verza non troppo grande
almeno una quindicina di foglie di cavolo nero
fagioli cannellini già ammollati
1 spicchio d'aglio
2 cucchiaini di erbe di Provenza
1 cucchiaino di origano
1 foglia di alloro
olio extra-vergine di oliva
pepe di mulinello



Procedimento:
Per prima cosa sciacquate bene il porro sotto l'acqua corrente dopo aver praticato una lunga incisione nel senso della lunghezza, ed affettatelo a rondelle sottili. Pulite un grosso spicchio d'aglio, sbucciate e lavate le carote, il sedano e le patate tagliandole a tocchi non troppo piccoli. Sciacquate anche le foglie di cavolo verza e cavolo nero e tagliatele a pezzi. Per me è fondamentale cuocere le zuppe in un tegame di terracotta, assolutamente adatto alle cotture lente e che vi regalerà un sapore davvero ineguagliabile rispetto alla cottura in altri tegami, provateci! 
Quindi in un tegame di terracotta, ponete il porro, il sedano, l'aglio e le carote e fatele soffriggere lentamente a fuoco basso con olio extravergine di oliva e le erbe aromatiche essiccate (io ho usato erbe di Provenza e origano, che adoro, ma potrete ovviamente variarle a vostro piacimento e secondo il vostro gusto personale). Fate prendere calore per almeno una decina di minuti, poi aggiungete anche le patate, il cavolo verza, la foglia di alloro ed i cannellini e lasciate insaporire ancora per un'altra decina di minuti.
Quindi coprite tutto con l'acqua e proseguite la cottura a fuoco basso per altri 40-50 minuti. 
A cottura ultimata aggiustate di sale e servite la zuppa in una bella coccottina in terracotta con un giro d'olio a crudo e una macinatina di pepe fresco se lo gradite!

P.S. 
Nel mio piatto aggiungo anche una generosa manciata di pecorino romano, sebbene il consorte ogni volta "aborrisca" queste tremende ed incorreggibili abitudini meridionali! 
A onor del vero oramai, appare sempre più rassegnato :P

Buon appetito, vi aspetto alla mia prossima ricetta:



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF