martedì 12 febbraio 2013

Gnocchetti in multicolor per martedì grasso



Oggi è l'ultimo giorno di carnevale.
Martedì grasso.
Un tempo si definiva "grasso" per via dei cibi particolarmente sostanziosi che un pò in tutta Italia si usava preparare e mangiare l'ultimo giorno prima dell'inizio della Quaresima.
Oggi forse questa tradizione ha perso un pò il suo senso, vista l'abbondanza di cibo che abbiamo a disposizione tutto l'anno.
Non c'è di certo bisogno di un giorno per far "scorta" prima della Quaresima, anzi.

Tuttavia il martedì grasso nonostante abbia perso la sua connotazione intrinseca, è rimasto, come giorno di rito, il simbolo di chiusura delle feste in maschera e del carnevale.
Per questo oggi vorrei proporre una ricetta in tema, gustosa, colorata e che mette allegria.
Lo scorso anno per carnevale avevo preparato mascherine, stelle filanti e coriandoli.
Quest'anno invece vi lascio un'altra idea per realizzare dei coreografici coriandoli edibili.
L'idea però non è mia, è tratta dall'ultimo numero della Rivista Sale e Pepe, che mi piace sempre sfogliare, e che è spesso fonte di ispirazione per le ricette di questo blog.
Non è difficile, ma di laboriosa esecuzione sì.
Insomma è il genere di ricetta, che fa per me:
che sono un'inguaribile "rompinameticolosaprecisina"...
Quanto meno metterà alla prova anche la vostra certosina pazienza, ma ne avete?
Pronti?

Ingredienti:
Per gli gnocchetti: (dosi per circa 8 persone)
260 gr di fiocchi di patate
1 carota piccola lessata (io ho usato quella in foto qui sotto)
1 barbabietola lessata
1 broccolo già sbollentato (o spinaci se vi piace di più)
1 bustina di zafferano
farina qb

Per il condimento:
qualche filetto d'acciuga
erba cipollina e prezzemolo freschi a piacere
olio extra vergine d'oliva

Procedimento:
Preparare separatamente gli gnocchetti di diversi colori.
Sono andata abbastanza ad occhio, regolando l'impasto empiricamente, perchè risultasse sufficientemente morbido, ma non troppo appiccicoso.



Gnocchetti Arancioni:

Frullate la carota bollita con 30 gr di fiocchi di patate e 50 ml di acqua e poi lavorate l'impasto aggiungendo un pò di farina, 10-15 grammi circa.

Gnocchetti Verdi:


La ricetta originale prevedeva l'uso degli spinaci, ma io avevo un broccolo già sbollentato in frigo ed ho usato quello. A voi la scelta. Frullate il broccolo (o gli spinaci cotti) con 40 gr di fiocchi di patate e 50 ml di acqua ed aggiungete farina per rendere l'impasto lavorabile. Ne ho messa più o meno 15 grammi.


Gnocchetti Rosa e Bordeaux:


Dopo aver ridotto in purea la barbabietola frullatela con 30 grammi di fiocchi di patate e 50 ml di acqua, aggiungete 20 gr di farina per rendere l'impasto lavorabile, poi dividetelo in due parti. Quello bordeaux è così già pronto per ottenere quello rosa aggiungete alla metà dell'impasto bordeaux 50 grammi di fiocchi di patate e 50 ml di acqua e rilavorate l'impasto aggiungendo altri 10 grammi di farina.

Gnocchetti Bianchi:

Mescolate 100 gr di fiocchi di patate con 125 ml di acqua, impastate aggiungendo un pò di farina per avere la giusta consistenza.

A questo punto otterrete tante palline colorate come queste:



Formate da ciascun impasto dei rotolini della larghezza di un mignolo e poi tagliateli in piccoli pezzetti che arrotonderete.



Formate tutte le palline colorate, procedete con la cottura in due diverse pentole.
In una pentola con abbondante acqua salata cuocete in quest'ordine gli gnocchetti colorati: arancioni, rosa, bordeaux e verdi scolandoli quando salgono in superficie.
Nell'altra pentola cuocete metà degli gnocchetti bianchi, che rimarranno tali, mentre prima di lessare l'altra metà di gnocchetti bianchi, versate nell'acqua di cottura lo zafferano, che tingerà di giallo quelli rimanenti.




Condimento:
In una padella preparate il condimento stemperando le acciughe con qualche cucchiaio d'olio. Aggiungete gli gnocchetti preparati e lasciate insaporire un paio di minuti, rigirando delicatamente. Aggiungete se vi piace un trito di erba cipollina e prezzemolo e servite caldi.

Il mio bimbo li ha divorati!
Adora gli gnocchi e poi così tutti colorati, in modo del tutto naturale, senza coloranti sintetici, credo siano una vera gioia per gli occhi e il cuore.
E non solo per i bambini, no? Non mettono tanta allegria anche a voi?
Per oggi credo di avervi annoiato a sufficienza.


Per cui vi saluto, non prima però di avervi dato appuntamento ^__^ alla prossima ricetta.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF