lunedì 30 gennaio 2012

Di falafel e di Stefania uno e... due!

Premetto che la cucina magrebina mi piace davvero un sacco e che quelle simpatiche e gustose polpettine di ceci, le falafel, siano tra le mie preferite! 
Vista questa mia passione avevo anche tentato di replicarle, un paio di volte, ma sempre senza successo... in padella non volevano proprio saperne di stare in forma, mi si disfavano sempre rovinosamente! 
Così ho desistito... 
sì, ma sapete quanto son testarda io. 
Solo temporaneamente ho desistito, finchè non sono casualmente incappata in questa ricetta, allora mi son detta:
"Ma certo ora si riprova, e stavolta me lo sento, sarà un successo!"
E così è stato! 
Bè Stefania: un nome una garanzia! 
Le sue ricette son di quelle di cui ti puoi fidare ad occhi chiusi... 
No perchè, non capiterà mica solo a me, anche a voi sarà successo di incappare in quei blog "fighissimi a vedersi", di innamorarvi perdutamente di una foto, ma se poi si prova a rifare la ricetta viene fuori un disastro totale? 
Ah ecco mi pareva, anche a voi è successo!
Invece di Stefania, "L'Araba felice della Blogosfera" no, di lei ci si può ciecamente fidare!
Anzi vi dirò di più, seguendo le sue indicazioni per le falafel, non solo ho scoperto che il mio errore era usare ceci precotti al posto di quelli secchi (e perciò mi "si spatasciavano" sempre in cottura!!!), ma ho anche scoperto un favoloso trucchetto, che non abbandonerò più... 
quel pizzico di bicarbonato nell'impasto uuuuh ^___^ è stato direi magico!
Polpettine meravigliose croccanti fuori e morbide dentro, mmmh, una vera delizia, che se non le assaggiate anche voi non potete nemmeno immaginare! 
A dirla tutta volendo essere pignoli, una controindicazione però c'è.
Se dovete mettervi a dieta, non fatele! 
Sono peggio delle ciliegie!!! Altro che una tira l'altra...
Non avendo cambiato una virgola della sua ricetta ve la riporto tal quale con tanto di sue note, l'unica cosa è che le falafel le ho servite "nature", mentre lei consiglia l'uso della salsa, che certamente è golosissima, ma nel mio caso avrebbe gravato ancor di più sul mio... giro vita!!! 
Già così le ho mangiate praticamente quasi tutte io!
Per cui l'ho omessa!


Ingredienti:

FALAFEL

(per una ventina di pezzi piccoli)
200 g di ceci ammollati (ATTENZIONE non PREcotti!)
uno spicchio d'aglio
un pezzo di cipollotto, circa 5 cm
una generosa manciata di prezzemolo 
mezzo cucchiaino di cumino
un cucchiaino colmo di bicarbonato
sale
semi di sesamo 


Procedimento:

Mettere nel mixer con le lame i ceci ammollati per 24 h (non lessati, mi raccomando, o i falafel si disferanno in cottura!), un po' di sale, le spezie ed il prezzemolo fresco, l'aglio ed il pezzo di cipollotto.
Volendo si puo' unire del coriandolo, ma a me non piace e l'ho omesso.
Far girare finchè il tutto sembrerà una pasta.
Friggere in olio profondo, finchè saranno dorate e servire calde, e a piacere con una salsina fatta mescolando yogurt greco, sale, succo di limone e foglioline di menta. 


NOTE: 
- non spaventatevi se il composto è molto morbido, e resistete alla tentazione di aggiungere alcunchè per renderlo più sodo. 

- non fateli con i ceci in scatola, che sono cotti! 

- l'impasto può essere preparato in anticipo, purchè non aggiungiate il bicarbonato, che invece va messo solo quando intendete friggere.



Ed ora sveliamo l'arcano... 
I lettori più attenti e curiosi tra voi si staranno certamente chiedendo chi sarà la seconda Stefania menzionata nel titolo del post... la prima era l'Araba, cui devo la splendida riuscita di questa ricetta perfetta, che tanto ho cercato e finalmente ho trovato!
La seconda è la Big Shade della blogosfera, che mi ha gentilmente donato questo premio!
The versatile blogger award e un po' di me 



Ho ricevuto questo carinissimo premio proprio da lei: Stefania (Big Shade) che ringrazio di cuore per aver pensato a me! 
L'iniziativa mi piace perché ci permette di premiare altri blog e così facendo di far conoscere ai nostri lettori altri blog in cui trovare nuove fonti di ispirazioni, ricette interessanti e magari perchè no qualche nuova amicizia. 
Allo stesso tempo, è richiesto di parlare un po' di noi, così possiamo tutti conoscerci un pò meglio.
Ed ecco le regole:
Ringraziare chi ha donato il premio e mettere il link del suo blog

Condividere 7 fatti personali che riguardano la propria vita

Premiare altri 15 blog
Partecipo quindi volentieri a questa iniziativa e giro il premio a: 

Deborah Creare con lo zucchero CON TANTISSIMI AUGURI STELLINA ^__^
Federica di Note di cioccolato
Lory B di Lory Bistrot
Martina di Lamponi e tulipani
Fabiola di Olio e aceto
Riri di le ricette di riri e dei suoi amici
Gaia de il gaio mondo di Gaia

e poi le altre mie carissime amiche montersine:






E adesso, da regolamento, ancora qualcosa di me e poi passo e chiudo!


- Non sopporto gli ipocriti, gli snob, gli arroganti e i saccenti 


- Adoro i bambini perchè sanno vivere l'adesso e sempre con stupore, magia e meraviglia come vorrei fare anche io ogni giorno e spesso invece..


- Mi piace la compagnia, la convivialità a tavola e chiacchierare con la gente


-Sono fortunata perchè sono circondata da tante persone che mi vogliono immensamente bene, nonostante tutti i miei innumerevoli difetti!


- Sono grata a voi lettori e a questo mio spazio, il blog mi ha regalato davvero tanto sia perchè ho imparato tantissimo in cucina, ma soprattutto perchè ho conosciuto delle persone davvero meravigliose con cui scopro giorno per giorno di avere molto in comune! 


- è da poco passato il mio secondo blog compleanno, ma non l'ho menzionato, perchè non mi piace festeggiarlo


- Ho fatto un pezzo del Cammino del Northe che un giorno mi piacerebbe tantissimo terminare e mi è piaciuto da impazzire!

Forse perchè è l'emblema della vita: un cammino!

Tutti siamo in viaggio e solo "camminando" scopriamo ciò che davvero è essenziale e davvero importante per le nostre vite!

Auguro a tutti voi di riuscire a trovarlo!


Buona vita a tutti!


Vi abbraccio!

^___^ Any 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF