mercoledì 30 marzo 2011

Le crostatine di Any e... UNA VINCITA!

Avete presente come ci si sente all'annuncio di aver vinto qualcosa?!
Elettrizzati, felici...
....altro che felici: di più, io non sto più nella pelle!!!
E nel mio caso specifico, sono anche davvero soddisfatta
:)
Con questa mia ricetta dei moscardini in cocotte, che vedete proprio qui accanto e forse qualcuno di voi ricorderà, ho vinto il contest Mille Ricette!!!
:x
E in ben 2 categorie qui:
per la ricetta più VOTATA e di questo ovviamente devo ringraziare voi carissimi e fedeli amici e lettori del blog che avete lasciato i vostri commenti, ma anche nella categoria della ricetta più CREATIVA e questo davvero mi riempie d'orgoglio!!
A dire il vero non sono una che vince molto, (anzi..) e da quando ho aperto il blog è la prima volta che vinco qualcosa! (nonostante un sacco di mie partecipazioni)
Per cui questa vittoria me la godrò davvero fino in fondo, potete scommetterci!
Ci sarà la premiazione ufficiale a Bologna in occasione di Pasta Trend, dove non vedo l'ora di assistere alla manifestazione e conoscere personalmente anche tutte le altre vincitrici del contest!
Un doveroso grazie va ovviamente agli organizzatori del contest ed in particolare a Sonia, che si è prodigata molto ed è stata davvero molto disponibile e gentilissima con me!


Ed ora passiamo alla ricetta che volevo lasciarvi oggi!
Un dolcino per una merenda genuina, una buona colazione, o semplicemente per regalarsi un momento di golosità!
Di una semplicità disarmante, ma davvero buona buona: le crostatine!
Ingredienti:
Per la frolla:
200 gr di farina
100 gr di zucchero
100 gr di burro
2 tuorli
la scorza grattuggiata di 1 limone (oppure anche l'arancia)
1 pizzico di sale
Per guarnire:
io ho usato la marmellatina di albicocche fatta da me, ma va benissimo qualsiasi altra che abbiate!



Procedimento:
Disporre la farina a fontana su di una spianatoia, al centro aggiungere i tuorli, lo zucchero, il sale e la scorza grattuggiata e da ultimo il burro fuso (io lo scaldo al micronde alla massima potrenza per 1 minuto). Impastare bene il tutto in modo che l'impasto risulti omogeneo e in teoria fare una palla avvolta in pellicola e lascair riposare in frigo mezz'oretta! Confesso di non farlo mai, son sempre di corsa e ometto questo passaggio, son sempre venute benissimo lo stesso! 
Stendere l'impasto col mattarello e con le formine da tartelletta ricavare la base che andrà riempita con la marmellata. Con questa dose di frolla mi son venute 6 crostatine, ma mi è avanzato dell'impasto per cui ho fatto dei biscottini e qualche decorazione sulle crostatine.
Ho infornato e cotto per mezz'ora a 180°C o finchè non siano appena colorite, regolatevi col vostro forno!

Ed infine essendo questa ricetta proprio a doc, partecipo al contest di Maria Cristina:


ovviamente questa volta non posso contare su tanta fortuna, non sarò di certo io la vincitrice, perchè questa è una ricetta semplicissima, ma ci tenevo comunque a dare il mio contributo, soprattutto per l'amicizia che mi lega a lei: Cristina!


sabato 26 marzo 2011

Muffin cioccolato e mandorle

La tentazione di postarvi un'altra ricettina salata delle mie è stata davvero fortissima, ma alla fine... ho optato per un dolcino!
Mi rendo conto che, seguendo la mia personale golosità sceglierei sempre di postarvi snack, rustici ed affini (anche se li preparo i dolci eh, fidatevi!) ... ma una persona :) speciale, mi ha fatto cambiare idea, chiedendomi di pubblicare questa ricetta, per cui eccovela...
Tra l'altro, se leggerai il post, rammentarai certamente, che la foto risale proprio a quel famoso giorno in cui avevo preparato questi muffin su tua richiesta... sì, sì proprio apposta per te!!  :x


La ricetta l'ho presa da un minuscolo libricino "Peccati di gola" cioccolato - Gribaudo

Ingredienti:
2 uova
50 gr di burro
50 gr di cioccolato fondente a pezzetti
70 gr di zucchero a velo
70 gr di farina
1 cucchiaino di lievito per dolci
20 gr di cacao in polvere
1 manciata di mandorle a lamelle per guarnire (mia aggiunta)



Procedimento:
Come forse saprete già tutti, ma lo ripeto se mai qualcuno ancora non lo sapesse, il segreto per fare dei buoni muffin (se di segreto si può parlare) è di procedere mescolando prima tutti gli ingredienti liquidi e solidi separatamente ed infine unirli velocemente insieme.
Per praticità e comodità poi io metto tutto l'impasto in una caraffa, in questo modo dosarlo negli appositi pirottini in silicone risulta molto più facile (e poi essendo una precisina mi scoccia tantissimo sgocciolare l'impasto dappertutto e poi SOPRATTUTTO doverlo ripulire!!!)
Per cui ho sciolto il burro ed il cioccolato fondente a bagnomaria e una volta raffreddati li ho uniti alle uova. In un altro contenitore ho ben amalgamato il cacao in polvere con la farina lo zucchero a velo ed il lievito ed infine ho unito velocemente liquidi e solidi. Con l'aiuto della caraffa ho quindi dosato facilmente l'impasto nei pirottini in silicone, (che andranno riempiti per circa i 2/3) ed infine ho spolverizzato con le mandorle ed infornato per 20-25 minuti (dipenderà dal vostro forno) a 180°C. 

Un'ultima cosa: con questa ricetta partecipo davvero con piacere ad un contest simpatico e stuzzicantissimo (che bello quel cestino in premio, magari...) per una come me che appena vede un raggio di sole si fionderebbe a farlo un pic-nic.. 
Il contest è organizzato da Anna e Fabio e se ancora non li conoscete, andate subito a sbirciare il loro carinissimo blog!



sabato 19 marzo 2011

Briochine salate G&G: gamberi e gorgo!


Capita a tutti di dover improvvisare una cena per l’arrivo di un ospite inaspettato e certamente sarà capitato anche a voi! E non sapete quanto il blog sia utile in questi casi! Più che altro a me, quella famosa sera, è stato utile aver sbirciato poco prima questa deliziosa ricettina di Maria Cristina che m’era rimasta in mente INCOLLATA MODI POST-IT :D (golosa come sono di cosine rustiche!!) e che ovviamente ho subito usato come spunto per la mia idea svuota-frigo!


La mia dolcissima amica Paola era passata a trovarmi, a dire il vero quella sera non era prevista anche una cena, ma le ho chiesto di fermarsi, lei per me è come una sorella, non mi formalizzo e so che la semplicità che amo è una delle cose che accomuna entrambe! Per cui… apro il frigo e… vediamo un po’ che si può combinare qui… mmh, ho qualche gambero avanzato già sbollentato, un pezzetto di gorgonzola dolce e la sfoglia già pronta. E poi m’ero incaponita di voler fare quelle briochine lì, per cui… sì dai, vogliamo cambiar ripieno?
Certo, cambiamo: VIA SI PARTE!

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia già pronta (rotonda)
1 decina di gamberi
1 pezzetto di gorgonzola dolce
1 cucchiaino di semi di papavero
1 cucchiaino di semi di sesamo
1 tuorlo o un po’ di latte per spennellare


Procedimento:
Dividere la sfoglia tonda prima a metà poi in quattro e poi ancora due volte fino ad ottenere 8 triangolini. Sistemare i gamberi a pezzettini e un pezzettino di gorgonzola alla base di ciascun triangolo e infine arrotolare dalla base alla punta del triangolo fino a formare i cornetti. Sistemarli su una placca da forno dopo averli spennellati con il tuorlo d’uovo (oppure un po’ di latte) cospargere con i semini (io papavero e sesamo) ed infornare per circa 20-25 minuti a 180°C, finchè non siano ben coloriti Poi addentateli con gusto come abbiamo fatto noi! A dire il vero credevo che il ripieno fosse un vero e proprio AZZARDO, invece sono piaciuti tantissimo e a mio marito talmente tanto, che ha voluto assolutamente che li rifacessi ad una recente cena con amici!

La pasta choux o pasta per bignè

Questa ricetta può tornare utile in davvero molte preparazioni di pasticceria ed ho quindi deciso di dedicarle un post a parte perchè fa parte di una nuova sezione che vorrei curare con particolare attenzione, ovvero tutte quelle ricette di preparazioni di base di cui a mio avviso può tornare utile avere un passo passo.


Esistono davvero moltissime versioni per la pasta choux, con più o meno burro o farina, ma determinante è sempre il rapporto con le uova, che servono a far gonfiare bene l'impasto.
La ricetta che vi propongo è quella di Salvatore de Riso
Con questo impasto si possono ottenere svariate preparazioni.
In questo caso specifico ho dato la forma delle zeppole di San Giuseppe (nella foto) e la ricetta la trovate qui, ma si possono fare col medesimo impasto, cambiando solo la forma: 
i bignè dolci o salati, il croquembouche, le eclairs, ed i profiteroles.
Vediamo cosa occorre.

Ingredienti:
Per l'impasto di pasta choux: 
(io l'ho utilizzato per fare le zeppole e con questa dose mi sono venute 25 zeppole piccoline)
125 gr di acqua
50 gr di burro
3 gr di sale
125 gr di farina
200 gr di uova intere (4 uova)
olio per friggere (io ho cotto in forno)


Procedimento:
Scaldate l'acqua in un pentolino su fuoco basso (foto1) e portatela a bollore, aggiungete il sale (non dimenticatelo perchè serve a far lievitare la zeppola nella successiva fase di cottura) e il burro a pezzetti facendolo sciogliere e riportando a bollore (foto 2). Ora, tutto in un colpo versate la farina setacciata e rigirate con un cucchiaio di legno fino a che l'impasto sfrigola, ed ottenerrete un composto che è una sorta di "palla" (foto 3) che si staccherà dai bordi del tegame. 
Spegnete il fuoco e fate raffreddare trasferendo l'impasto in un contenitore in cui romperete le uova intere (foto 4). Se questo procedimento lo fate con una frusta a mano incorporate le uova una ad una, dovrete aspettare che tutto il primo uovo si sia assorbito prima di aggiungere le successive.
Io invece ho usato le fruste elettriche per amalgamare, se avete la planetaria ancora meglio, sbattendo benissimo fino ad ottenere una consistenza un pò più soda della crema pasticcera (foto 5).
Accendete il forno che dovrà essere caldissimo
Con il mio forno mi sono regolata mettendolo a 220 °C.
Riempite con l'impasto ottenuto una sac a poche con bocchetta stellata e formate delle ciambelle col buco al centro (foto 6) su una placca da forno foderata di carta forno (foto 7).
Infornate in forno già caldo per 10 minuti circa. 
Le zeppole lieviteranno in cottura e dovranno risultare ben dorate (foto 8). 
Controllate che non scuriscano troppo, ma non aprite il forno, in caso abbassatelo solo di qualche grado.
A cottura ultimata trasferitele su una gratella e lasciatele raffreddare. 
Queste zeppole potrebbero anche essere fritte. In questo caso formate le ciambelline su quadratini di carta forno opportunamente ritagliati e tuffatele una alla volta in abbondante olio bollente per pochi minuti per lato (la carta si staccherà in cottura) fino a doratura. Sgocciolatele bene su carta assorbente. Pronte da utilizzare.

giovedì 10 marzo 2011

Moscardini con piselli in cocotte!

Vi capita mai di vedere una ricetta e non riuscire proprio a fare a meno di rifarla? 
Ma non proprio esattamente uguale, rifarla perchè vi è rimasta nel cuore, vi ha dato uno spunto, trasmesso un'emozione, perchè avete in mente già le variazioni da apportare, perchè... volete metterci del vostro... bè a me un sacco di volte e mi capita ancor più spesso da quando ho aperto il blog. 

lunedì 7 marzo 2011

Dolcetti per Carnevale: i CECI RIPIENI di Sulmona


Mio suocero è vissuto a Sulmona per molti anni e da tempo mi raccontava di questi dolcetti di cui andava ghiotto, che sua mamma gli preparava in tempo di festa… purtroppo non avendo più a disposizione la sua ricetta originale, ho dovuto cercare in rete e poi in base anche ai suoi ricordi, ho fatto un mio personale mix ed eccovi questi CECI RIPIENI SULMONESI, in pratica dei raviolini dolci con un ripieno di ceci mandorle e cioccolato. Non avendo a disposizione i canditi ho utilizzato la scorza d’arancia, che a mio avviso si sposa divinamente col cioccolato e anzi, forse ci sta anche meglio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF