venerdì 19 marzo 2010

Zeppole di San Giuseppe (fritte o al forno?!)

Ciao!!!! 
Eccomi ritornata dopo una lunga assenza vacanziera.
Per la festa del papà non possono proprio mancare queste deliziose zeppoline!
Ed eccovele pronte:


Le ricette delle zeppole che si possono trovare in giro sono davvero infinite.
E la pasta choux non è proprio di facilissima esecuzione. 
(Se volete la ricetta passo passo guardate qui).
Solitamente friggo sempre le zeppoline, ma quest'anno, mi son lanciata con una novità: EXPERIMENTUM...
metà le ho infornate per vedere la differenza...
Sapete che io non amo i dolci,
per cui dovrete fidarvi del parere del mio assaggiatore ufficiale
(il mio maritino dixit):
"A me piacciono tutte e due amore!!" E vabbè...
Ebbene, il web ha tanti pregi, ma purtroppo non si possono proprio postare i sapori,
è un pò arduo capire questa differenza da una semplice foto.
E poi comunque come sempre va a gusti personali.
Dunque a voi l'ardua sentenza:
MEGLIO FRITTE O AL FORNO!?!
VI TOCCHERA' ASSAGGIARLE ENTRAMBE MI SA! 
Le differenze, o meglio... le foto,
eccole qui:

Zeppolina fritta


Zeppolina al forno

Ad ogni modo questa è la ricetta che ho seguito e da cui ho ottenuto circa sessanta zeppoline (a me piacciono piccine! Anche se so che a Napoli non si usa così, le mie zie le fanno grosse almeno il triplo!)  

Ingredienti:

Pasta choux:              Crema pasticcera:
6 uova                         1/2 litro latte
300 gr. di farina            2 tuorli d'uovo
50 gr. di burro              100 gr zucchero
1/2 litro di acqua          80 gr farina
zucchero a velo            limone


Escuzione:
Versare in una pentola l'acqua con il burro e il pizzico di sale, accendete il fuoco a fiamma media, quando l'acqua comincerà a fare le prima bollicine, ma non a bollire, versatevi la farina setacciata tutta insieme e mescolare energicamente per 10 minuti con la frusta fino a quando il composto non si staccherà dai bordi della pentola. Spegnere il fuoco e aggiungere le 6 uova, uno alla volta sempre girando con forza ed eventualmente con una frusta elettrica finchè si sarà amalgamato tutto il composto.
Lasciar riposare per 20-25 minuti.
Preparate ora la crema pasticcera:
Lavorate in un recipiente lo zucchero con i tuorli di 2 uova fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungere la farina setacciandola con un colino per non formare grumi, il latte leggermente tiepido e due pezzetti di buccia di limone.
Porre il recipiente su fuoco a fiamma media e addensare la crema senza far bollire, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno.
Togliere le bucce di limone e lasciar raffreddare.
Per la frittura delle zeppole:
Riempite di olio per friggere una casseruola dai bordi alti, in quanto le zeppole devono essere immerse completamente nell'olio altrimenti non si gonfiano.
Mettete la casseruola sul fuoco a fiamma media.
Riempite di pasta una siringa da pasticcere con la bocca larga e premete il composto in un piattino da caffè unto di olio, dandogli la forma di una ciambella.
Lasciar scivolare una zeppola alla volta nell'olio ben caldo, ma non fumante e cuocerla fino a quando si gonfierà. Alzare leggermente la fiamma per farla colorire, toglierla senza perforarla e appoggiarla su una carta assorbente.
Procedere alla cottura di un'altra zeppola e assicurarsi ogni volta che l'olio non sia troppo bollente.
Per quelle cotte nel forno io le ho lasciate una mezz'oretta circa a 180°C.
Quando le zeppole si saranno raffreddate, cospargetele di zucchero a velo,
ponete poca crema nel buchino al centro, una amarena sciroppata "on the top" e servite.
Questo il risultato che ho ottenuto: 


Chi ne prende una? O tutto il vassoio? 
Una mia seconda edizione della ricetta la potete trovare qui.
E con questa ricetta vorrei partecipare alla raccolata di Tiziana sul "libro delle facce" (FB)
Qui: 
Le ricette di migliori blog di cucina


4 commenti:

  1. sono stupende queste zeppole!!! complimenti!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Micaela!
    Le rifaccio ogni anno per il mio papà, che adora i dolci (io invece no, pensa che queste non le ho nemmeno assaggiate!;)))
    Comunque per fortuna, a chi le ha assaggiate, sono piaciute!!
    Per me... la miglior ricompensa e soddisfazione! ;;)

    RispondiElimina
  3. Che buone le provero' anche io
    StefaniaA

    RispondiElimina
  4. Thank you for sharing the info. I found the details very helpful.

    paxil

    RispondiElimina

Grazie di cuore di essere passati di qui! ^___^
Se vuoi lasciarmi un commento sarò lieta di rispondere!
I commenti anonimi verranno cestinati, se vuoi inserire un commento, ma non possiedi un account puoi commentare con un Open ID scegliendo nel menù a tendina "commenta come". Grazie.
A presto Any

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF