venerdì 31 dicembre 2010

DANUBIO-ALBERELLO... con i miei migliori auguri per uno strepitoso 2011!!!

Non potevo, proprio non potevo, non pubblicare questo post oggi!!
E' davvero con immensa gioia e con tutto il mio cuore, che sento di dover fare i miei PIU' SINCERI E SENTITI AUGURI DI BUON ANNO A TUTTI VOI CHE LEGGETE!!!
A tutti PROPRIO TUTTI i miei fedelissimi lettori, a quelli silenziosi, a quelli casuali, ai miei amici, parenti, conoscenti e curiosi e a tutti, TUTTI quelli, che da quasi un anno, passando di qui, hanno condiviso con me non SOLO consigli di cucina, ma molto, davvero molto di più di quanto osassi, anche solo immaginare, da quando ho aperto il blog!!!
Grazie, grazie, GRAZIE amici miei,  del vostro affetto, dei consigli, della vostra presenza qui!
La rete ci offre stupende opportunità.
L'ultima enorme fortuna che mi è capitata (strano, proprio a me, perennemente sfortunata!!!) é stato grazie a lei (Zebretta, tesoro di ragazza) ed al suo swap, che mi ha accoppiato con la regina dei dolci della blogosfera.
Oh già, avete letto bene, proprio lei: IMMA ragazzi!
Lo so, LO SO NON MI DITE NIENTE, all'inizio non ci credevo nemmeno io sapete?
E ora invidiatemi un sacco, dai
Oh già, io ho assaggiato le sue leccornie,
 LA-LA-LA-LA-LA,
mentre voi vi leccavate lo schermo!!!
Scherzi a parte, non che ce ne fosse bisogno, ma vi assicuro che, le cose che prepara, non sono solo "bellissime" a vedersi, sono anche buonissime, ve lo assicuro è stato un enorme privilegio ricevere il suo pacchettino.
Come credo tutte voi, mi ispiro spessissimo alle sue ricette, e oggi  proprio come omaggio a questa splendida ragazza, mia compagna di swap, vi propongo la mia versione della sua ricetta del Danubio-Alberello, che manco a dirlo ha spopolato e quindi ho voluto ripetere per il buffet che ho preparato il 29 dicembre per il mio piccolino (di GIA' 3 ANNI)



La ricetta ovviamente la potete trovare da da lei: qui, non ho cambiato una virgola (Imma: UN NOME UNA GARANZIA)
L'unica mia personalizzazione è stata aggiungere all'impasto, vari "ripieni" uno diverso dall'altro, in ciascun panino.
Ho usato: mortadella, salame, olive, noci, pistacchi, provolone, scamorza, ma voi potete mettere a vostro piacere, tutto ciò che vi piacerebbe trovare in un panino.
L'ho servito a modi effetto sorpresa, così ogni invitato prendeva il suo paninetto e trovava un ripieno diverso...
Eccovi l'interno del mio:


Alcune delle fasi di lievitazione:



Ed ora non mi resta che augurarvi davvero uno spendido anno nuovo, con l'augurio di CREDERE AI VOSTRI SOGNI, SEMPRE... COME DA BAMBINI, PERCHE' CREDERCI CI RENDE FELICI... COME LORO.
I sogni son desideri... (LEGGETE IL LINK, è BELLISSIMO!)

 Any

sabato 18 dicembre 2010

I panettoncini di Any!


Chi non muore... si rilegge potreste dire...
Oh già, rieccomi affacciata nel mio modesto angolino di questa mia cucina virtuale.
Mi piace pensare a quanto fermento si raccoglie in questi giorni nelle nostre cucine... se le vostre son come la mia, saranno densissime di "BISCOTTAMENTI VARI", IMPASTI, prove di ricette collaudatissime e di altre nuovissime e mai sentite prima, in preparazione dei banchetti natalizi in arrivo, insomma un vero e proprio fermento culinario!
So solo che a casa mia, a tratti, sembra di entrare in pasticceria, l'odore di biscotti la pervade tutta e... quanto mi piace perchè sa proprio di Natale, di doni in partenza e... perchè no?

venerdì 10 dicembre 2010

Portafogli di pesce spada con cipolle rosse al forno

Questo post ha preso il sopravvento sulle decine di altri, che giacciono pazientemente silenti in attesa di pubblicazione, perchè?
Semplice:
non ho resistito... appena realizzato ve lo devo mostrare...
Nell'ultimo numero de La Cucina Italiana di dicembre, avevo visto la foto di questa ricetta (che troverete a pagina 170) ed è stato subito amore a prima vista... dovevo ASSOLUTAMENTE farlo (avete presente?) e infatti... eccola qui:


Di una semplicità disarmante da realizzare, ma di una bontà indescrivibile!
Trovo che l'abbinamento con l'arancia sia azzeccatissimo e che l'effetto finale sia così scenografico... quasi da "Ristorante del Cambio", come da commento del papi, all'assaggio del piatto in questione.
Va bè dai, sarà anche esagerato, ma si sa che i papi son di parte, no?


E poi dovevo pubblicare la ricetta anche per accontentare un'altra richiesta... vero Anto?
Sei contenta? Se mi leggi batti un colpo!




Ingredienti:

8 fette di pesce spada
300 gr di erbette
4 grosse cipolle di Tropea
2 arance
2 fette di pancarrè
1 limone
1 scalogno
prezzemolo
olio, sale e pepe qb


Procedimento:
Per prima cosa dovrete preparare le cipolle al forno, oliando leggermente una teglia ricoperta di carta da forno, su cui metterete anche sale e pepe a vostro piacere e dopo aver tagliato le cipolle a metà, infornatele con la parte tagliata verso il basso, per circa mezz'oretta a 220°C. Sciacquate bene le erbette e fatele stufare in padella con poco olio e uno scalogno affettato sottilmente, aggiustate di sale e a fine cottura profumate con la scorza di un limone ed un'arancia grattugiate finemente. Io per mia praticità le ho anche tritate. Frullate nel mixer il pancarrè con il prezzemolo ed infine pelate a vivo le arance. Per allestire i portafogli, usate un cucchiaio di erbette profumate per ogni fetta di pesce spada su cui metterete anche le fette d'arancia, ora ripiegate le fette e chiudete con uno stuzzicadenti. Disponete i portafogli così formati su una teglia, aggiungete le briciole di pangrattato, un filo d'olio ed infornate per una 15ina di minuti a 190°C.
Serviteli appena sfornati in abbinamento alle cipolle e...
POI FATEMI SAPERE SE IL MIO PAPA' AVEVA RAGIONE O NO!!

P.S.
Vi chiedo scusa per le mie foto, sempre un pò bruttine, certamente non rendono giustizia al piatto... non l'ho nemmeno impiattato, ma abbiamo avuto così fretta di mangiarlo, che non ne ho proprio avuto il tempo!!

martedì 7 dicembre 2010

Pasta imperiale con brodo di pollo

Questa è un'altra delle ricette della mia infanzia, che ADORO!!
La mia mamma me la faceva spesso e ricordo con immensa dolcezza, come fosse ieri, che quando ero "malatina", me la portava direttamente a letto, servita su quel vassoietto a scomparti in simil-legno...  
Bè non so che dirvi, se sono io un pò "anomala", ma a me piacciono un sacco le minestre, i minestroni, sono di quelle che lo mangiano freddo, ma anche d'estate! 
Le zuppe le vellutate, le creme, dite ciò che volete, ma un bel piatto caldo fumante soprattutto in queste sere invernali, a casa mia non manca mai. 
E quant'è buono?
Provatelo è semplicissimo e davvero gustoso.

Ingredienti per la pasta imperiale:
4 uova
4 cucchiai di farina
4 cucchiai colmi di parmigiano
60 gr di burro
sale ( e pepe)
noce moscata
pangrattato



Procedimento:
Preparate per prima cosa il brodo di pollo.
(Io lo faccio sempre in pentola a pressione, metto una cipolla, una carota, un gambo di sedano e 2 foglie d'alloro e ovviamente la gallina o il pollo, incoperchio e lascio cuocere mezz'ora da quando zufola. A cottura ultimata aggiusto di sale) 
Per la pasta imperiale invece:
Separate i tuorli dagli albumi, che monterete a neve ben ferma tenendoli da parte. Sbattete bene i tuorli con il parmigiano, la farina, la noce moscata, sale (e pepe se vi piace) ed il burro fuso e per ultimi aggiungete gli albumi montati a neve. Cospargete d'olio una pirofila ed uniformate il fondo con del pangrattato, poi versatevi il composto ottenuto, avendo cura che lo spessore finale sia di 1 cm - 1 cm e mezzo.
Accendete il forno e cuocete a 180°C per 10-15 minuti, o finchè sarà appena colorito, così:


Ora tagliatelo a quadretti e tuffateli in un bel piatto di brodo fumante...
Ve l'avevo detto che era squisito! 
Io ne magio almeno 4-5 pezzetti da soli prima di tuffarli nel brodo!


Con questa ricetta partecipo con immenso piacere alla raccolta di Lucy, tutta dedicata a zuppe e minestre. Se ancora non l'avete fatto, correte subito a dare un'occhiata, e se non conoscete l'iniziativa del suo contest, che è davvero molto carino, leggete qui il regolamento, avete solo più pochi giorni per partecipare:





venerdì 3 dicembre 2010

Frittelle di mele

2 settimane?!

Ma non ci posso credere, come vola il tempo... tra un impegno e l'altro sono passati già ben 15 giorni senza passare a farvi nemmeno un salutino e come se non bastasse, ho anche trascurato, con assoluta nonchalance, la mia cucina virtuale... ma cosa volete che vi dica?!
Se qualcuno di voi conosce il segreto per diventare DONNA BIONICA deve assolutamente rivelarmelo... così magari potrei anche rimediare, ma per ora non riesco a dividermi in cento parti! Gli impegni di queste ultime settimane sono stati tantissimi!
A proposito, il mio brasato al Barolo cucinato da Eataly, come vi avevo già scritto, in occasione di Chef per un giorno, ha letteralmente spopolato!!! 
Sono stata così felice che l'abbiano tutti gradito! Non vi dico quanti complimenti ho ricevuto... un ragazzo mi ha persino chiesto di fare il bis, come se fossimo a casa, ma poverino ha dovuto "ripagare" il piatto... un altro signore mi ha chiesto in che ristorante lavoravo!
Insomma, davvero una grandissima soddisfazione. 
Inoltre, con mia grandissima gioia, in questi giorni ho anche avuto un ospite: un mio amico danese, per cui mi sono sbizzarrita più del solito ed ho preparato tante buone cosine...
Anche se con i miei tempi, mi sa che se va bene, le ricette le leggerete per Pasqua... con tutti gli arretrati che ho ancora "stazionanti" sul PC ormai da mesi...
Va bene va, passiamo alla ricetta, prima che vi stufiate e scappiate questa volta per la noia!
Ma... Siete ancora lì, vero?
Oggi voglio mostrarvi delle golosissime frittelle di mele, eccole:



Ingredienti:
2 mele
150 gr di farina
200 gr di latte
100 gr di zucchero
1 uovo
1/4 di bicchiere di birra
1 pizzico di cannella
50 gr di burro
olio di semi per friggere

Lo spunto per questa ricetta l'ho preso da Giallo Zafferano, ma poi l'ho modificata secondo i miei gusti!

Procedimento:
Per prima cosa lavate e sbucciate le mele privandole del torsolo con l'apposito scavino ed affettatele spesse circa 1 cm.
Quindi preparate una pastella liscia e cremosa con l'uovo, la farina ed il latte, un pizzico di cannella e per ultima la birra. Preparate un pentolino con olio di semi bollente e prima di passare le mele in pastella e friggerle, mettetele in un pentolino con il burro e 50 gr di zucchero e fatele caramellare. Passatele quindi nella pastella e friggetele, avendo cura di non cuocerne piu di tre per volta per non bruciarle e controllando la temperatura dell'olio, che non deve esser troppo caldo, per non colorire troppo le vostre frittelle, ma nemmeno troppo freddo, altrimenti assorbiranno un sacco di unto! Fate infine sgocciolare l'olio in eccesso su un foglio di carta e poi cospargetele con lo zucchero rimasto.
Sono ottime sia calde che fredde.
E mentre ci sono, sebbene sul filo del rasoio come al mio solito e sebbene la mia ricetta sia semplicissima e forse anche un pò banale, vorrei partecipare al contest dell'Araba Felice! Si può Stefania?
Alla prossima ricetta!


venerdì 19 novembre 2010

Pere Martin Sec al vino rosso



La pioggia continua ad imperversare, e per una metereopatica come me, fa così tristezza sto tempo... poi penso a quella povera gente del Veneto che ha perso tutto e non oso più lamentarmi!
Se mai, più di sempre, ne approfitto consolandomi con il mio anti-stress preferito...
Cucinare ovviamente!
Così, in una di queste giornate uggiose, è nata l'idea di fare queste pere cotte nel vino, con quel buon profumo di cannella che adoro spargersi per casa e riscaldare dentro e fuori!

lunedì 15 novembre 2010

Fare la panna col Bimby, ma anche col frullatore!


Confesso che se non fosse stato per la sfida di NDT non avrei mai pensato di cercare una ricetta del genere, per farmi la panna in casa... ma se uno si incaponisce (e sapete che in questo ^___^ son maestra!!!) a voler fare a tutti i costi una ricetta per il dolce e la panna proprio non si può usare, per colpa di 6 ingredienti al massimo per tutto un menù (per i curiosi basta leggere qui)... cerca e ricerca e alla fine ZAC: eccola lì trovata, leggendo i consigli delle cuochine di cookaround! 

domenica 14 novembre 2010

Sale aromatizzato: con erbe aromatiche


I fedeli lettori di questo blog, sapranno che io preferisco il salato al dolce, ma ovviamente questo non è sempre un bene, anzi! 
Il sale non andrebbe aggiunto agli alimenti, perchè i cibi ne contengono a sufficienza, ed inoltre spesso, senza nemmeno saperlo, utilizziamo tanti alimenti confezionati, i salumi ad esempio, che sono ulteriormente addizionati di sale, ma anche gli insospettabili biscotti!
Un bel post al riguardo l'ha scritto Gunther tempo fa potete leggerlo qui
Se ancora non l'avete fatto, vi consiglio di leggerlo, lui è sempre esauriente e molto preparato!
Questo per dirvi che il sale in abbondanza fa male, provoca indurimento delle arterie e favorisce la formazione di placche aterosclerotiche con conseguente aumento del rischio di malattie cardiovascolari! 
Insomma ne andrebbe limitato il consumo! 

sabato 13 novembre 2010

Torta alle nocciole


Questa ricetta proviene dal "Grande ricettario di Gualtiero Marchesi" il mio primo libroNE di cucina (sono più di mille pagine!), l'avevo acquistato con i miei soldini, ancora ai tempi del liceo... ehm per curiosità ho controllato... edizione datata 1995!!!
Ragazzi parliamo dell'era dei Flinston!
Lo so...dai, son vecchia, son vecchia, ma tanto voi, per vostra fortuna nemmeno mi vedete.
E poi comunque le ricette collaudate si devono sempre tenere da conto no?
E direi che questa... COLLAUDATA lo è proprio!
Chissà quante volte l'ho già fatta e rifatta...

martedì 9 novembre 2010

Lasagnette di pane carasau con zucchine e pancetta


Avete letto il bannerino che ho messo qui sopra?!
Sììììììììì è propro vero!!!!!! Anche se non ci credo ancora nemmeno io  ;;)
Sono già un pò emozionata... ma anche molto fiera, sapete perchè?!
Il 22 novembre sarò CHEF PER UN GIORNO nelle cucine di Eataly (ovviamente nella mia città: a Torino)!
Che meraviglia! Ho già avuto modo di cucinare da Eataly ed allora (come vi dissi qui) era già stata un'enorme soddisfazione!
Ma questa volta sarò PROPRIO solo io a cucinare e preparerò la mia specialità (SPERIAMO!) o per lo meno uno di quei piatti con cui, nelle cene tra amici, non sbaglio mai!
La ricetta, finora sempre vincente, (come andrà  poi da Eataly...vi saprò dire...) che ho già postato qui sul blog è IL  BRASATO AL BAROLO CON PATATE DUCHESSA!
Bene, dopo un pò di autocompiacimento, che ogni tanto non guasta, passiamo alla ricetta che vi propongo oggi: rapidissima e molto apprezzata da marito e pupino!
Ricordo di averle assaggiate da una mia ex-collega di origine sarda e che rimasi colpita dalla loro bontà, che con semplicità ho provato a riprodurre, così: 


Ingredienti per circa 4 persone:
Pane carasau qb bagnato con pochissima acqua
3 zucchine
1/2 cipolla
1 pizzico di erbe di provenza
mezzo bicchierino di vino bianco
qualche fettina di pancetta
sale e pepe a piacere
1 mozzarella
1/2 litro di besciamella (per la ricetta vedi qui)
1 manciata di grana padano

Procedimento:
Lavare bene le zucchine e affettarle sottilmente a rondelle con la cipolla. In una padella con un cucchiaio d'olio farle rosolare con un pizzico di erbe di provenza (se vi piacciono altimenti potete ometterle) e sfumare con il vino banco. A fine cottura rosolare anche le fettine di pancetta ed aggiustare di sale e pepe. Dopo aver preparato la besciamella come ho descritto qui prendete una pirofila da forno, ungetela con un filo d'olio e sistemate a strati il pane carasau, le zuchine, la mozzarella tagliata a cubetti e la besciamella. Coprite l'ultimo strato con la besciamella e spolverizzate con una generosa manciata di grana padano. Potete gratinare le lasagnette in forno normale a 180°C o fare come me, che le ho cotte nel micronde per una decina di minuti alla massima potenza. Ed eccole qui:


giovedì 4 novembre 2010

Olio aromatizzato al limone


Questa ricetta sembra un pò troppo estiva, lo so, ma mi consente (da brava formichina!) di sfruttare i benefici della mia "produzione" estiva anche in autunno!
E' un'olio che mi ha preparato e donato la mia mamma, a cui ho subito rubato la ricetta per replicarla, perchè ovviamente l'ho apprezzata moltissimo!

sabato 30 ottobre 2010

Rose del deserto al cioccolato

Credo che non mi smentirò mai... sempre in corner, ma finalmente vi scrivo anche io il mio post in rosa (scindendo però il colore dal sapore, l'uno infatti lo riserverò esclusivamente al post e l'altro lo dedico ai vostri palati!)
Avevo messo da un pò il logo per la campagna nel mese a favore della prevenzione per il tumore al seno, ma il tempo vola (ci mancava solo più l'influenza mannaggia!) e siamo già arrivati nuovamente a fine mese senza che vi dedicassi la dovuta attenzione!
Quando poi si perdono 2 amiche per un tumore al seno, vi assicuro che sostengo volentieri e con sincera convinzione le campagne di prevenzione al riguardo!
Per maggiori dettagli sulla campagna (sebbene il mese di sensibilizzazione sia praticamente finito noi non dobbiamo comunque MAI dimenticarcene!) vi rimando da lei, che oltre ad essere una mia dolcissima amica cuochina, è anche una vera e propria "quasi-dottoressa", e a tempo debito (non come me :( ) nel suo post in merito è stata molto esaustiva e ovviamente preparatissima! 
Ed ora, come promesso, VENIAMO FINALMENTE ALLA "SEZIONE RIGUARDANTE IL PALATO" le mie rose appunto, che definirei, semplici da realizzare, ma la contempo scenografiche, golose e tutto sommato nemmeno troppo caloriche!
Eccole:


Come dicevo sono molto semplici da preparare occorrono solo 2 ingredienti:

Ingredienti:
70 gr di Corn flakes (io in casa avevo quelli già zuccherati per cui poi ho usato)
150 gr di cioccolato extra-fondente (ma potete usare quello fondente o al latte a vostra discrezione)

Procedimento:
Fate fondere a bagnomaria il cioccolato ed incorporatevi molto delicatamente i petali dei corn flaks utilizzando un cucchiaio di legno e rimestando piano, con estrema cura per non rompere i petali. Quando tutto il cioccolato sarà ben incorporato riempite i vostri pirottini con l'aiuto di un cucchiaino (questa sarà la parte più lunga ;) della preparazione!)  ora lasciate semplicemente raffreddare per un paio d'ore!
L'avevo detto che era facilissimo, no?

Ed eccovi il vassoietto pronto da offrire...


mentre l'ultima rosa rimasta, oggi è TUTTA per voi amiCHE dolcissime che passate di qui:



martedì 26 ottobre 2010

Salatini olive e pecorino


Ciao a tutti, come state con questo uggioso tempo autunnale?
Io ho proprio bisogno di qualche coccola speciale in questo periodo un pò grigio e per me non c'è niente di più goloso di qualche stuzzichino come questo che vi voglio proporre oggi... è una di quelle ricette che ho gradito molto, segnato e tenuto da parte per riproporla in qualche occasione!

mercoledì 20 ottobre 2010

Strudel di mele


Quale modo migliore per conoscere due nuove amiche cuochine?!
Ma certo partecipare alla loro prima raccolta! 
Sto parlando di Stefy e Rosy, che fino ad ora, lo ammetto, non conoscevo... (d'altronde ci sono così tante food-blogger nella blogosfera, che ci vorrebbero almeno 2 vite intere per seguirvi tutte), ma d'ora in poi ragazze, vi seguirò con vero piacere, anche perchè son davvero brave, sapete?
Ehi, ma avete visto che deliziosi cioccolatini preparano?
Alla Ferrero fanno un baffo... mi spiace doverlo dire proprio io (che abito a Torino e ovviamente lo stabilimento di Alba, della Ferrero appunto, è per noi un vero e proprio motivo d'orgoglio), ma i loro cioccolatini (MA LI AVETE VISTI?!) sembrano proprio quelli originali e poi chissà che buoni...
Bene ragazze e ora veniamo al sodo, vediamo un pò che "ricettuzza" mi sono inventata per la vostra raccolta, trattasi del mio strudel di mele, preso in origine da una ricetta di Gualtiero Marchesi, oramai da me collaudatissima! L'ho già fatto tante di quelle volte e devo dire che piace sempre a tutti.
Eccola a voi 


Ingredienti:
Per la sfoglia:
250 gr farina 00
1 albume
50 gr burro
1 cucchiaio di acqua tiepida
3 cucchiai rasi di zucchero
1 pizzico di sale
Per il ripieno:
1/2 chilo di mele (meglio se renette)
3 cucchiai di zucchero
il succo e la scorza grattuggiata di un limone
1 pizzico di cannella in polvere
2 cucchiai di uva sultanina ammorbidita in acqua tiepida
30 gr di mandorle pelate
30 gr di gherigli di noce pelati
30 gr di nocciole pelate
30 gr di pinoli
2 cucchiai di pane grattuggiato
50 gr di burro
1 tuorlo d'uovo
2 bustine di zucchero a velo

Procedimento:
Preparate la sfoglia setacciandola su una spianatoia ed aggiungendo al centro uno alla volta e gradatamente tutti gli ingredienti (tenendo da parte il tuorlo dell'uovo). Impastare bene finchè l'impasto risulti liscio sbattendolo diverse volte sulla spianatoia, poi formare una bella palla e lasciar riposare coperto in un luogo tiepido per un'oretta.
Intanto lavate e sbucciate le mele togliendo il torsolo ed affettandole molto sottilmente. Lasciatele ora in una terrina con acqua e succo di limone, perchè non anneriscano. Tritate bene la frutta secca e scolate ed asciugate l'uvetta. Fate rosolare il pangrattato nel burro fuso. Disponete sulla spianatoia un tovagliolo e adagiatevi la sfoglia ben tirata col mattarello, cercando di darle una forma ovale. Ora spennellate la superficie della sfoglia col burro e adagiatevi le mele, avendo cura di lasciare circa 2 dita dal bordo della sfoglia. Distribuite poi in modo uniforme le mele sulla superficie e aggiungete tutta la frutta secca, la cannella, l'uvetta strizzata e il pangrattato rosolato bene. Ora sollevando con cura i bordi senza far rompere la sfoglia, arrotolate lo strudel su se stesso con l'aiuto del tovagliolo e poi chiudetelo schiacciando bene i bordi in modo da sigillarlo bene. Spennelate la superficie dello strudel con il tuorlo e un pò di burro fuso e ponetelo in forno già caldo per 15 minuti a 200°C e poi abbassate il calore continuando la cottura per altri 45 minuti a 180°C. Lasciate raffreddare e servite, se vi piace, cosparso di zucchero a velo (io ho usato quello normale, perchè ero rimasta senza!)


Il procedimento è un pò laborioso è vero, ma vi assicuro che ne vale proprio la pena!
E dopo questa lunga premessa... l'avrete capito che con questa ricetta partecipo alla raccolta di Stefy e Rosy? Mah...
Ed eccovi il banner:

 

In bocca al lupo a tutti i partecipanti e... che vinca il migliore! 


sabato 16 ottobre 2010

Frittata alle ortiche

Devo dire che è stato veramente bellissimo :) vedere il mio bimbo, con tanto di guantini sulle sue paffute manine, tutto intento a raccogliere con noi le ortiche da utilizzare per preparare questa semplice frittatina!

domenica 10 ottobre 2010

Filetto all'uva e speck


Finalmente!!!
Già, ci voleva proprio una bella domenica di riposo in una data così speciale 10-10-2010 per farmi tornare a scrivere su queste pagine, in questo mio spazietto divenutomi così caro...


giovedì 16 settembre 2010

Tortino di melanzane di mamma Gemma!


Quando ho assaggiato per la prima volta questo tortino di melanzane fatto dalle abili mani della mia mamma, non avrei mai e poi mai detto che fosse di melanzane! 
Ricordo di averle subito chiesto che cosa ci fosse dentro, perchè proprio non riuscivo ad indovinarlo!
Sapevo solo che il gusto era incantevole.
Tra l'altro è davvero  un tortino di facilissima esecuzione, provatelo anche voi e, se amate come me le verdure, son certa che lo rifarete un sacco di volte! 

martedì 7 settembre 2010

Marmellata di cipolle rosse di Tropea come da ricetta di mamma...


CIAAAAAAAAAO A TUTTI!!!!!!!!!!
ARIECCOMI qui!

E già si sentivano gli echi di sottofondo... e la chiamavano desaparesidos...
No, no non  sono mica sparita, o meglio lo sono, ma SOLO temporaneamente dal mio e dai vostri blog! SE SI POTESSE FILMARE TUTTO IL BRULICARE DI ATTIMI DI VITA COMUNE CHE SI CELANO DIETRO GLI SCHERMI DEI NOSTRI PC, QUANTE SORPRESE, VERO?!
Quante corse, pensieri, incontri, novità, desideri... si nascondono dietro ai nostri blog...

sabato 21 agosto 2010

Ruote arcobaleno per Puffin!


Questa RAPIDISSIMA ED ESTIVISSIMA ricetta stava "stazionando sul mio pc" da ORAMAI QUASI 3 mesi in attesa di esser pubblicata... fortuna che i contest hanno delle scadenze... almeno mi spronano a pubblicare qualcosa! :))
Ebbene sì, dai :P lo ammetto, in questo periodo non ho tantissimo tempo di stare attaccata al PC... e per la verità nemmeno... tantissima voglia...
Per cui sarò super brevissimissima... :)
Sì, sì, non preoccupatevi, sono io che scrivo, non la mia segretaria...
sono PROPRIO io... E son certa che PER UNA VOLTA esulterete per la mia brevità!  
:))

Ingredienti:
olive nere
tocchetti di mortadella
tocchetti di asiago (o simili)
una manciata di mais
wurstel
pomodoro fresco
un ciuffetto di basilico
olio, sale aromatizzato, pepe qb



Procedimento:
NO?!? :| Devo anche scriverlo?
Dai su amiche cuochine... mi vergogno persino a dirvi: cuocete e scolate la pasta!
Ah.. prima però ricordatevi almeno di passare a comprare gli ingredienti per condirla ;) 
altrimenti fate come me... aprite il frigo e... SVUOTATELO CON FANTASIA!! :x
Un bacio :-* grandissimo a tutti e arrivederci alla prossima ricettina!



E con questa ricetta desidero partecipare alla raccolta di Puffin:





martedì 17 agosto 2010

Frittelline di fiori di zucca alla mia maniera!





Fortuna che siamo ad agosto e la maggior parte delle persone è in ferie e quindi non ha interesse a leggere queste pagine... credo!
In ogni caso la mia assenza, purtroppo :(( per me, è ascrivibile a motivi di lavoro!
Chiedo quindi pubblicamente scusa ai miei lettori per la mia latitanza, spero di ritornare a commentare presto anche le vostre ricettine, e a scrivere qualche post in più.
Intanto non ho certo perso la mia solita "verve" in cucina per cui tranquilli, le ricette archiviate non mancano... manca piuttosto il tempo di proporvele!

venerdì 30 luglio 2010

Crumble ai frutti di bosco

Una cosa è certa, da quando ho aperto questo mio piccolo blog, ho imparato e sperimentato così tante novità culinarie che prima nemmeno potevo lontanamente immaginare!!
Il crumble... impazza... ora è un pò di moda tra i vari food-blogger in rete, sarà colpa del contest della piccola Francy?!? Mmh...
E che dire delle mode culinarie... serviranno anche a questo i contest?
Ma certo!!
Lanciano delle vere e proprie mode culinarie del momento... come il contest di primavera di Imma, ricordate? Che ha fatto esplodere la moda delle cheese-cake?
E chi non si è cimentato a suo modo pur di partecipare con il suo modesto contributo?
Bene non mi dilungo, per me è stato così, per questa ricetta.
Questo è stato (lo ammetto) il mio primissimo crumble, prima d'ora non ne avevo mai fatto uno in vita mia!
Il risultato? Sorprendente per la rapidità e la facilità d'esecuzione, e dal gusto devo dire gradevole! Almeno a detta del maritino e del mio cucciolo mangione che però non fa testo! Divora tutto lui...

                                
Ingredienti:
Per l'impasto:                       
125 gr burro                                   
60 gr zucchero                
1 uovo                            
1 cucchiaino di scorza       
di limone grattuggiata       
125 ml panna                     
75 gr nocciole
155 gr farina
500 gr frutti di bosco
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
Per il crumble: 
100 gr zucchero di canna
125 gr farina
60 gr nocciole
125 gr burro
1 cucchiaino di scorza di limone grattuggiata
                                                                                          

Procedimento:
Avendo il Bimby questa ricetta è davvero di rapidissima esecuzione!
Porre nel boccale tutti gli ingredienti dell'impasto, ad eccezione dei frutti di bosco, ed amalgamare a bassa velocità. In mancanza del Bimby, potrete incorporarli a mano. Mettere l'impasto in una tortiera a cerniera (o se preferite anche in pirottini singoli che ora sono così modaioli) 
Adagiare quindi sulla superficie dell'impasto i frutti di bosco e ricoprire sbriciolando sopra il crumble, che avrete anch'esso preparato con l'aiuto del Bimby, ponendo tutti gli ingredienti a bassa velocità nel boccale.
Finito. Porre in forno a 180°C per un'ora e mezza (sì, lo so, anche io leggendo la ricetta mi mi son chiesta se un tempo di cottura così non fosse troppo lungo, in realtà ci vogliono proprio tutti quei minuti)



P.S.  dopo tutto ciò... Qualcuno ha osato suggerire un abbinamento con pallina di gelato allo zabaione (?!?) in estate e magari caldo in inverno! 
E alla mia faccia vagamente incredula ha aggiunto un bel... "Scusa, e perchè no?!"
Avete presente che botta calorica?! 
Passi che io non sia una fans dei dolci e la mia opinione in proposito conti poco, ma fateli  voi un pò di conti... altrimenti li farà il vostro giro vita!


Ah, precisazione inutile, comunque va da se che non l'ho mica fatto per caso 'sto crumble, ovviamente è stato appositamente preparato per partecipare al contest di Francesca:




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

stampa il post

Print Friendly and PDF